AMERICAN MUSIC CLUB / MARK EITZEL

AMERICAN MUSIC CLUB / MARK EITZEL

Gli anni Novanta per la band di San Francisco, American Music Club, si aprono con un nuovo album EVERCLEAR (1), pubblicato nel 1991 non più per la Frontier (che aveva prodotto le loro precedenti opere), ma per la statunitense Alias. Anche la line-up subisce un cambiamento: non c’è più Tom Mallon (responsabile tra l’altro anche della produzione) e al suo posto subentra Bruce Kaphan, che già in precedenza aveva collaborato con il gruppo. Il valore dell’opera non sembra però risentire dei problemi e conferma il consolidato stile del gruppo tra malinconia e romanticismo. Inoltre le canzoni contenute permettono a Mark Eitzel di ricevere il premio della rivista Rolling Stone quale ‘Miglior songwriter dell’anno’. Qualche mese prima lo stesso cantante aveva esordito come solista con un disco dal vivo registrato in perfetta solitudine, SONGS OF LOVE LIVE AT THE BORDERLINE (5): in questo contesto risalta ancora di più l’abilità di Mark Eitzel come interprete e il suo debito nei confronti di grandi autori del passato (Nick Drake in particolare). Uno dei brani più significativi di quest’opera è What Godzilla Said To God When His Name Wasn't Found In The Book Of Life che viene incluso, in versione differente, nell’album MERCURY (2), il primo capitolo degli American Music Club per una multinazionale. Sono passati due anni da EVERCLEAR (1), ma le storie quotidiane raccontate da Mark Eitzel sono le stesse di sempre, a cambiare leggermente è il suono, con produzione e arrangiamenti più vari che in passato, affidati al lavoro di Mitchell Froom (già produttore di Los Lobos e di Suzanne Vega). Album SAN FRANCISCO (3) è l’ultimo capitolo della discografia della band che cerca in questa circostanza di smussare le asperità utilizzando un linguaggio musicale più semplice e diretto. Il successo commerciale però non arriva e Eitzel dopo dodici anni di dischi, concerti e fatiche sceglie di sciogliere il complesso. Passato un periodo di riflessione Mark Eitzel decide di intraprendere la carriera di solista e di dare un seguito ad album SONGS Of LOVE LIVE AT THE BORDERLINE (5): nel maggio 1996 esce album 60 WATT SILVER LINING (6), con la partecipazione degli ex compagni Pearson e Kaphan e il contributo prestigioso della tromba di Mark Isham. Come i suoi dischi con gli American Music Club anche album 60 WATT SILVER LIN (6), nonostante una buona risposta della critica, non ottiene un significativo seguito di pubblico, anche a causa dei toni e dell’umore generale del disco: oscuri i primi, depresso il secondo. Album WEST (7) cambia invece le carte in tavola, anche grazie alla partecipazione di numerosi ospiti, tra cui Peter Buck dei R.E.M., autore dei brani con Mark Eitzel e produttore dell’album. Rispetto al precedente, album WEST (7) è più vario e l’umore generale, pur non dimenticando le classiche composizioni tristi di Mark Eitzel, maggiormente spensierato: valgano come esempio brani come Free Of Harm e In Your Life.     

 

DISCOGRAFIA DI AMERICAN MUSIC CLUB / MARK EITZEL:

(1) EVERCLEAR (Alias 1991 USA)

(2) MERCURY (Virgin 1993 USA)

(3) SAN FRANCISCO (Virgin 1994 USA)

(4)HELLO AMSTERDAM (Warner Bros. 1995 USA) mini CD

Mark Eitzel

(5) SONGS Of LOVE LIVE AT THE BORDERLINE (Demon 1991 GB) live

(6) 60 WATT SILVER LINING (Virgin 1996 USA)

(7) WEST (Warner Bros. 1997 USA)

RIFERIMENTI AD AMERICAN MUSIC CLUB / MARK EITZEL:

(8) ARTISTI VARI / No ALTERNATIVE (Arista 1993 USA)

(9) ARTISTI VARI / If I WERE A CARPENTER (A&M 1994 GB)

 Nota:

in (8) All Your Jeans Were Too Tight.

(9) è un tributo ai Carpenters, gli American Music Club partecipano eseguendo la cover di Goodbye To Love. 

FORMAZIONE DI AMERICAN MUSIC CLUB:

Mark Eitzel: v, ch / Bruce Kaphan: tast, ch, v / Dan Pearson: bs, ch, mand, v / Vudi: ch, v / Tim Mooney: bt, ch.

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...