BEASTIE BOYS

BEASTIE BOYS FOTO

BEASTIE BOYS

Formatisi nel 1981 a New York, i Beastie Boys sono il primo gruppo bianco che riesce ad affermarsi con successo nel rap, genere cui approdano dopo essersi cimentati nella scena hardcore-punk cittadina. Di questo primo periodo restano un EP e un 12” ristampati nell’album SOME OLD BULLSHIT (6). Il loro primo album POLLYWOG STEW (3), realizzato per l’etichetta dell’amico e produttore Rick Rubin, vende settecentoventimila copie in sei settimane trainato dal brano (You Gotta) Fight For Your Right To Party. Mescolando campionamenti che citano Led Zeppelin e riff chitarristici di matrice metal fino alle sigle di celebri programmi televisivi, i Beastie Boys sono il gruppo perfetto per i figli ribelli della middle class bianca, tanto che il loro è il primo album rap che riesce ad arrivare in cima alle classifiche degli Stati Uniti. Nel 1988 i Beastie Boys sono coinvolti in una lunga polemica giudiziaria con la Def Jam. Alla fine di questo stesso anno i Beastie Boys si trasferiscono in California, dove incontrano i Dust Brothers, con i quali cominciano a lavorare al secondo album. Nell’album PAULS BOUTIQUE (4) mostrano una crescita artistica sorprendente, abbandonando anche in gran parte gli atteggiamenti oltraggiosi che avevano loro causato una serie di denunce negli anni precedenti per sessismo, oscenità e vandalismo. Nonostante lo scarso successo commerciale dell’album PAULS BOUTIQUE (4), a cui si contrappone un ottimo seguito di culto, i Beastie Boys costruiscono un loro personale studio di registrazione e fondano la propria etichetta discografica: la Grand Royal.

L’album CHECK YOUR HEAD (5) mostra grande eclettismo e un ritorno agli strumenti suonati, dove i Beastie Boys alternano brani hip-hop in stile old school, a funky, reggae e hardcore punk. L’album III COMMUNICATION (7) affina ulteriormente il complesso e intrigante lavoro dei Beastie Boys aggiungendo alla già variegata formula, elementi di jazz, mantra orientali e pezzi in stile anni Sessanta, mantenendo intatto il successo. Con l’album THE IN SOUND FROM WAY OUT! (10), raccolta di brani strumentali sparsi nei dischi precedenti, i Beastie Boys dimostrano di essere stati tra i più importanti anticipatori del revival dedicato agli stili cocktail e lounge.

 

DISCOGRAFIA DI BEASTIE BOYS:

(1) POLLYWOG STEW (Ratcage 1982 USA) EP

(2) COOKY Puss (Ratcage 1983 USA) EP

(3) LICENSED TO III (Def Jam 1986 USA)

(4) PAULS BOUTIQUE (Capitol 1989 USA)

(5) CHECK YOUR HEAD (Grand Royal/Capitol 1992 USA)

(6) SOME OLD BULLSHIT (Grand Royal/Capitol 1994 USA)

(7) III COMMUNICATION (Grand Royal/Capitol 1994 USA)

(8) ROOT DOWN (Grand Royal/Capitol 1995 USA)

(9) AGLIO E OLIO (Grand Royal/Capitol 1995 USA)

(10) THE IN SOUND FROM WAY OUT! (Grand Royal/Capitol 1996 USA)

 

RIFERIMENTI A BEASTIE BOYS:

(11) ARTISTI VARI / No ALTERNATIVE (Arista 1993 USA)

(12) ARTISTI VARI / KEEP IT SLAMMIN’ (EMI 1994 USA)

(13) ARTISTI VARI / KICKIN’ DA FLAVA (EMI 1994 USA)

(14) JON SPENCER BLUES EXPLOSION / EXPERIMENTAL REMIXES (Matador 1995 USA)

 

Nota: In (11) una versione live di It’s The New Style.

In (14) Mike Diamond, con Mario Caldato Jr., già collaboratore dei Beastie Boys, e Beck, esegue il remix di Flavor (Part I e Part 2).

 

FORMAZIONE DI BEASTIE BOYS:

Adam ‘King Ad-Rock’ Horowitz: v, ch / Michael ‘Mike D’ Diamond: v, bt / Adam ‘MCA’ Yauch: v, bs / Money Mark Nishita: tast.

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...