BEAT HAPPENING

BEAT HAPPENING FOTO

BEAT HAPPENING

Formatisi nel 1982 a Olympia, Washington, i Beat Happening sono una delle band seminali del post-punk americano. L’approccio naif, il pop minimale, il suono senza pretese (accentuato dalla mancanza del basso e dalla rotazione dei tre componenti del gruppo agli altri strumenti: chitarra e batteria), la ribellione alle norme che regolano il mercato discografico, il loro entusiasmo nell’essere totalmente indipendenti, li portano a diventare paladini di un nuovo modo di accostarsi alla musica. Guidati dalla distintiva voce baritonale di Calvin Johnson (che fonda l’etichetta indipendente K per stampare i lavori del gruppo), i Beat Happening incidono negli anni Ottanta una serie di EP e alcuni album che, pur non raccogliendo grande successo, diventano punto di riferimento per un’intera generazione di musicisti rock. Nel 1990 pubblicano l’album 1983-85 (8) che raccoglie l’album THREE TEA BREAKFAST (1) e l’album BEAT HAPPENING (3), il primo singolo, alcune partecipazioni a diverse compilation e alcune tracce inedite. Due anni dopo esce l’album DREAMY (9), che fa ritrovare alla band l’ispirazione degli esordi, grazie soprattutto a brani quali Me Untamed e Red Headed Walking, e reprime il taglio ‘oscuro’ dell’album BLACK CANDY (7). (10), prodotto per metà da Steve Fisk e per metà da Steve Moxham (ex-Young Marble Giant, una delle fonti d’ispirazione dei Beat Happening) è, molto probabilmente, il testamento dei Beat Happening (nonostante i tre affermino di non essersi mai sciolti) e anche il loro lavoro più riuscito. Parzialmente abbandonata la semplicità dei precedenti lavori, l’album contiene brani più lunghi e complessi, forse meno spontanei, sicuramente più ambiziosi.

Parallelamente all’attività di discografico e di membro dei Beat Happening, Johnson suona con i Dub Narcotic Sound System e gli Halo Benders, questi ultimi nati in collaborazione con Dough Martsch dei Built To Spill.

 

DISCOGRAFIA DI BEAT HAPPENING:

(1) THREE TEA BREAKFAST (K 1984 USA) EP

(2) BEAT HAPPENING (K 1984 USA) EP

(3) BEAT HAPPENING (K 1985 USA)

(4) CRASHING THROUGH (53rd&3rd 1988 USA) EP

(5) BEAT HAPPENING / SCREAMING TREES (Positive 1988 USA) EP

(6) JAMBOREE (Sub Pop/K 1988 USA)

(7) BLACK CANDY (Sub Pop/K 1989 USA)

(8) 1983-85 (K 1990 USA) ant. con inediti

(9) DREAMY (Sub Pop/K 1992 USA)

(10) You TURN Me ON (Sub Pop/K 1992 USA)

 

Dub Narcotic Sound System

(11) INDUSTRIAL BREAKDOWN (K 1995 USA) EP

(12) RIDIN’ SHOTGUN (K 1995 USA) EP

(13) Boot PARTY (K 1996 USA)

 

The Halo Benders

(14) GOD DON’T MAKE No JUNK (K 1994 USA)

(15) DON’T TELL ME NOW (K 1996 USA)

 

RIFERIMENTI A BEAT HAPPENING:

(16) ARTISTI VARI / INTERNATIONAL POP UNDERGROUND CONVENTION (K 1992 USA)

(17) ARTISTI VARI / INTERNATIONAL HIP SWING (K 1993 USA)

(18) Beck / One FOOT In The Grave (K 1994 USA)

(19) JON SPENCER BLUES EXPLOSION / EXPERIMENTAL REMIXES (Matador 1995 USA)

 

Nota: (8) ripubblicato nel 1996 come BEAT HAPPENING.

(16), registrato dal vivo durante il Festival International Pop Underground di Olympia del 1991, contiene Nancy Sin.

(17) contiene Look Around.

In (19) Calvin Johnson esegue il remix di Soul Typecast.

 

FORMAZIONE DI BEAT HAPPENING:

Calvin Johnson: v / Heather Lewis: v, ch, bt / Bret Lunsford: ch, bt.

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...