BLEGVAD, PETER

PETER BLEGVAD FOTO

BLEGVAD, PETER

Dopo un’infanzia passata a New York, Peter Blegvad (n. 1951, USA) nel 1965 si trasferisce con la famiglia a Londra, dove pian piano si inserisce nell’ambiente musicale della città. Del 1971 è l’inizio del progetto Slapp Happy insieme con Anthony Moore e Dagmar Krause, che fra il 1972 e il 1980 pubblicano tre opere di grande valore, alternando la partnership con gli Henry Cow. La prima esperienza al di fuori del gruppo, dopo aver collaborato anche con i Faust, Peter Blegvad la fa con un oscuro album del 1977, KEW RHONE, dopo di che decide per un ritorno nei natii Stati Uniti che si protrae fine al 1983, quando toma a Londra e viene messo sotto contratto dalla Virgin. Per quell’etichetta Peter Blegvad incide l’album NAKED SHAKESPEARE (1) e l’album KNIGHTS LIKE THIS (2), dove emerge pienamente la vena iconoclasta del personaggio. L’album DOWNTIME (3) è frutto di uno scambio musicale con i Golden Palominos di Anton Fier, che pur registrato con pochi mezzi si rivela fra le opere di Peter Blegvad più riuscite, come dimostrano brani quali Model Of Kindness e Not Weak Enough.  

Dopo l’album KING STRUT AND OTHER STORIES (4), il chitarrista/cantante si trova di nuovo senza contratto. Quindi Peter Blegvad ripiega su un progetto televisivo che lo vede riunito agli Slapp Happy: si tratta di un opera intitolata Camera, che viene trasmessa dalla BBC nel 1993. In contemporanea a questa operazione il musicista trova una discreta fama grazie alla sua passione quale disegnatore di fumetti (lavoro già intrapreso alla fine degli anni Sessanta), che raggiunge notevoli livelli di culto grazie alla striscia Leviathan, commissionata dal quotidiano inglese Indipendent On Sunday. Il come back discografico lo si ha prima con l’album UNEARTHED (5), disco spoken word condiviso assieme all’ex Henry Cow John Greavesr e quindi con lo splendido album JUST WOKE UP (6), dove oltre a Greaves (basso e tastiere) appare anche un altro reduce degli Henry Cow, Chris Cutler (batteria), opera in cui Peter Blegvad dà vita a una musica cantautorale e sperimentale insieme, particolarmente vicina a quella di Richard Thompson.   

 

DISCOGRAFIA DI PETER BLEGVAD:

(1) NAKED SHAKESPEARE (Virgin 1983 GB)

(2) KNIGHTS LIKE THIS (Virgin 1985 GB)

(3) DOWNTIME (Cuneiform 1988 GB)

(4) KING STRUT AND OTHER STORIES (Silvertone 1990 GB)

(5) UNEARTHED (Silvertone 1995 GB)

(6) JUST WOKE UP (Silvertone 1996 GB)

 

RIFERIMENTI A PETER BLEGVAD:

(7) ARTISTI VARI / LYRICS BY ERNEST NOYES BROOKINGS, VOL. 3 (East Side 1992 GB)

(8) ARTISTI VARI / WORLD IS A WONDERFUL PLACE (Green Linnet 1993 GB)

(9) SLAPP HAPPY / CASABLANCA MOON-DESPERATE STRAIGHTS (Virgin 1993 GB) ant.

 

Nota: (9) contiene in un unico CD i pnmi due album degli Slapp Happy, SORT Of Slapp Happy (1972) e Slapp Happy (1973).

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...