CHERRY, NENEH

NENEH CHERRY

La madre di Neneh Cherry (n. 1964, SVE) è pittrice, il patrigno, Don Cherry, uno dei più celebri trombettisti della storia del jazz: in questo contesto è stato naturale per lei ritrovarsi a cantare su un palcoscenico a soli diciassette anni. Il gruppo al quale si unisce nel 1981 sono i Rip Rig + Panie, formazione di Bristol titolare di tre dischi nella prima metà degli anni Ottanta. Dopo una breve esperienza con i Float Up CP, Neneh Cherry inizia una fortunata carriera come solista. Il primo passo è il singolo Buffalo Stance che diventa un hit: il brano anticipa l’uscita di RAW LIKE SUSHI (1), album del 1988 le cui vendite superano i due milioni di copie. Si tratta di un manuale di dance moderna con la comunicatività del rap e la sensibilità del soul; è pop music, certamente, ma realizzata con classe. Sulla falsariga è il singolo del ’90, una rilettura del classico di Cole Porter I’ve Got You Under My Skin, che farà anche parte del progetto l’album RED HOT + BLUE (4). L’anno successivo insieme al marito Booga Bear (alias Cameron McVey) Neneh Cherry aiuta i Massive Attack ad arrivare al loro esordio discografico, l’album BLUE LINES (5): Bear produce il lavoro (insieme con Johnny Dollar) e Neneh Cherry è coautrice di uno dei brani. Il 1992 è l’anno dell’atteso secondo lavoro. Nella foto di copertina dell’album HOMEBREW (2) Neneh Cherry è ritratta a fianco di una carrozzina: è questo il suo modo di fuggire dallo stereotipo della pop-star, lei è già madre di due bambini e non fa nulla per nasconderlo. Il disco poi offre così tanti motivi di interesse da mettere in secondo piano l’immagine pubblica di Neneh Cherry: in Trout Neneh canta in coppia con Michael Stipe, Guru dei Gangstarr si occupa di Sassy e Ain’t Gone Under Yet, ma il cuore dell’album è in ballate come Peace In Mind, Move With Me e Some Days. Le stesse movenze caratterizzano il singolo del 1994, quel Seven Seconds che scritto e cantato in coppia con Youssou N’Dour diventa il brano più popolare della carriera di Neneh Cherry (solo in Francia vende tre milioni di copie). La stessa canzone è contenuta anche nell’album del 1996, MAN (3): si tratta di una raccolta di canzoni più personali e meno immediate rispetto a quelle contenute nell’album HOMEBREW (2). L’introspezione dei testi è assecondata poi da arrangiamenti accurati.  

 

DISCOGRAFIA DI NENEH CHERRY:

(1) RAW LIKE SUSHI (Virgin 1989 GB)

(2) HOMEBREW (Virgin 1992 GB)

(3) MAN (Virgin 1996 GB)

 

RIFERIMENTI A NENEH CHERRY:

(4) ARTISTI VARI / RED HOT + BLUE (Chrisalys 1991 USA)

(5) MASSIVE ATTACK / BLUE LINES (Circa 1991 GB)

(6) ARTISTI VARI / UNTIL THE END OF THE WORLD (WB 1991 USA) col. son.

(7) ARTISTI VARI / INNER CITY BLUES (Motown 1995 USA)

Nota: Neneh Cherry cura gli arrangiamenti per il brano Hymn OfYhe Big Wheel in (5). Contribuisce alla colonna sonora di (6) con Move With Me e, in (7), realizza una cover di Marvin Gaye: Trouble Man.

 

 

 

Neneh Cherry, Neneh Cherry album, Neneh Cherry video, Neneh Cherry musica, Neneh Cherry band, Neneh Cherry cd, Neneh Cherry discografia, Neneh Cherry canzoni, Neneh Cherry gruppo, Neneh Cherry dischi, Neneh Cherry rock, Neneh Cherry live, Neneh Cherry foto     

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...