CRANBERRIES

CRANBERRIES FOTO

CRANBERRIES

Dolores Mary Eileen O’Riordan (n. 1971, IRL) cresce a Bellybricken, piccolo villaggio a pochi chilometri da Limerick, nella Repubblica Irlandese. Qui incontra i fratelli Mike (n. 1973, IRL) e Noel Hogan (n. 1971, IRL) che, con Feargal Lawler (n. 1971, IRL) e il cantante Niall Quinn, formano i Cranberry Saw Us. L’abbandono di Quinn apre la strada all’ingresso nel gruppo della O’Riordan. Mutato il nome in Cranberries, i quattro registrano nel 1990 un demo, che inaspettatamente trova riscontro critico, tanto che il settimanale Melody Maker descrive la band come “la migliore dai tempi degli Smiths”. Allontanato il produttore-manager Pearse Gilmore, che impone al deludente album Uncertain (1) una patina dance, il gruppo pubblica il disco EVERYBODY ELSE IS DOING IT, SO WHY CAN’T WE? (2), caratterizzato da soffici sonorità new wave. Pressoché ignorato in patria, negli Stati Uniti l’album dei Cranberries gode dell’appoggio di MTV ai video di Dreams e Linger, e finisce per vendere un milione e mezzo di copie.

Dopo il chiacchierato matrimonio nel luglio 1994 tra la O’Riordan e il manager dei Duran Duran Don Burton, nello stesso anno la band partecipa al remake di Woodstock. In ottobre esce l’album No Need To Argue (3), uno dei best seller della stagione. L’album, che totalizza ben tredici milioni di copie, è più aggressivo del precedente, ma a impressionare è soprattutto la particolare voce della cantante, curiosamente simile a quella della compatriota Sinéad O’Connor. Un hit single è Zombie, accorata denuncia delle conseguenze sui bambini della Guerra Civile in Irlanda del Nord. 

La poetica impegnata e al tempo stesso naif della O’Riordan ha modo di ripetersi nell’album To The Faithful Departed (4), che segue lo stile del disco precedente con ballate che si alternano ad altri brani più energici. L’impegno di Zombie rivive nell’inno antidroga Salvation, nella melodica Free To Decide, nell’intensa War Child e nella solenne Bosnia. I Cranberries partono per quello che dovrebbe essere il tour della definitiva consacrazione, che però nella parte europea viene interrotto per problemi di salute della O’Riordan.

 

DISCOGRAFIA DI CRANBERRIES:

(1) Uncertain (Xeric 1991 GB) mini LP

(2) EVERYBODY ELSE IS DOING IT, SO WHY CAN’T WE? (Island 1993 GB)

(3) No Need To Argue (Island 1994 GB)

(4) To The Faithful Departed (Island 1996 GB)

 

RIFERIMENTI A CRANBERRIES:

(5) ARTISTI VARI / IF I Were A Carpenter (A&M 1994 USA)

(6) ARTISTI VARI / WOODSTOCK ’94 (A&M 1994 USA) live

(7) ARTISTI VARI / PRET-A-PORTER (Columbia 1995 USA) col. son.

(8) JAH WOBBLE / TAKE ME TO GOD (Island 1995 GB)

(9) ARTISTI VARI / PAVAROTTI AND FRIENDS TOGHETER FOR THE CHILDREN OF BOSNIA (Decca 1996 ITA) live

 

Nota: (3) ristampato con un secondo CD con quattro brani dal vivo.

In (5), tributo ai Carpenters, (They Long To Be) Close To You.

(8) ospita la O’Riordan in The Sun Does Rise.

In (9) la O’Riordan interpreta l'Ave Maria di Franz Schubert con Pavarotti e Linger con Simon Le Bon. Esiste anche un CD-Rom intitolato Doors And Windows contenente tre diverse versioni di Zombie, Dreams dal vivo e tre inediti.

 

FORMAZIONE DI CRANBERRIES:

Dolores O’Riordan: v, ch / Noel Hogan: ch / Mike Hogan: bs / Feargal Lawler: bt.

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...