EVERYTHING BUT THE GIRL

EVERYTHING BUT THE GIRL FOTO

EVERYTHING BUT THE GIRL

Esponenti di spicco della cosiddetta cool generation inglese degli anni Ottanta, che ha fatto dell’incrocio tra jazz, soul e atmosfere soffusamente pop la propria bandiera, gli Everything But The Girl arrivano nel nuovo decennio in fase creativa piuttosto calante. Per l’album THE LANGUAGE OF LIFE (1) si affidano al produttore Tommy LiPuma (già con George Benson), lavoro commerciabile e fruibile, nonostante ospiti jazzisti quali Stan Getz e Omar Hakim. Il successivo album WORLDWIDE (2) vede Everything But The Girl alle prese con piccoli interventi in campo elettronico, mentre la leadership (anche dal punto di vista vocale) è presa momentaneamente da Ben Watt (n. 1962, GB), che lascia per una volta un po’ in secondo piano la vocalist Tracey Thom (n. 1962, GB). Grazie al sorprendente successo dell’album COVERS (3), gli Everything But The Girl allargano gli orizzonti sonori con l’album ACOUSTIC (4), dove le riletture acustiche di brani quali Time After Time di Cyndi Lauper, Tougher Than The Rest di Bruce Springsteen e Alison di Elvis Costello, assieme a nuove versioni di loro brani, portano il gruppo nuovamente alla ribalta del grande pubblico. Nello stesso periodo, però, Ben Watt è ricoverato per lungo tempo in ospedale in seguito a gravi problemi di salute; il gruppo ne approfitta per pubblicare l’album HOME MOVIES: THE BEST OF EVERYTHING BUT THE GIRL (5) solo sul mercato inglese, con l’aggiunta di due brani inediti.

L’album AMPLIFIED HEART (6), è il ritomo dopo circa due anni, conferma dello stile introspettivo e gentilmente soffuso che ormai caratterizza gli Everything But The Girl, con ospiti quali Richard Thompson e l’epigono Danny Thompson. Con l’album WALKING WOUNDED (7), gli Everything But The Girl cambiano completamente direzione, lanciandosi suoi nuovi territori della musica dance anni Novanta, con influenze jungle e trip-hop, pur mantenendo la propria classica impronta. Parte di questo cambio di direzione è da imputarsi alla stretta collaborazione tenuta da Tracey Thom nell’album dei Massive Attack del 1994, MASSIVE ATTACK (9). Grazie al successo di questi ultimi due lavori, gli Everything But The Girl sono ormai una delle più popolari e amate band del mondo. Infine, dei primi mesi del 1997 è l’album THE BEST OF EVERYTHING BUT THE GIRL (8), altra antologia che completa, coprendo gli ultimi anni, il tracciato già percorso nell’album HOME MOVIES: THE BEST OF EVERYTHING BUT THE GIRL (5).

 

DISCOGRAFIA DI EVERYTHING BUT THE GIRL:

(1) THE LANGUAGE OF LIFE (Atlantic 1990 GB)

(2) WORLDWIDE (Atlantic 1991 GB)

(3) COVERS (Warner Music 1991 GB) EP

(4) ACOUSTIC (Atlantic 1992 GB)

(5) HOME MOVIES: THE BEST OF EVERYTHING BUT THE GIRL (Blanco Y Negro 1993 GB) ant.

(6) AMPLIFIED HEART (Atlantic 1994 GB)

(7) WALKING WOUNDED (Atlantic 1996 GB)

(8) THE BEST OF EVERYTHING BUT THE GIRL (Blanco Y Negro 1997 GB) ant. RIFERIMENTI A

(9) MASSIVE ATTACK / PROTECTION (Circa 1994 GB)

 

Nota: nel 1992 la Toy’s Factory pubblica un’antologia del periodo 1982-1992 intitolata ESSENCE & RARE ’82-92, solo per il mercato giapponese.

 

FORMAZIONE DI EVERYTHING BUT THE GIRL:

Tracey Thorn: v / Ben Watt: v, pia.

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...