FRISELL, BILL

BILL FRISELL

Bill Frisell (n. 1951, USA) cresce a Baltimora, Maryland e negli anni svolti da musicista si rivela uno dei più originale chitarristi della sua generazione. Clarinettista e sassofonista mancato, Bill Frisell si diploma alla Berklee University di Boston, quindi prende lezioni da Jim Hall, che influenza molto il suo stile minimalista, fra l’altro debitore rispetto a grandi personalità quali Wes Montgomery, Jimi Hendrix e Ry Cooder. Negli anni Ottanta Bill Frisell collabora, tra gli altri, con Jan Garbarek, con il batterista Paul Motian in quintetto e in trio, con Julius Hemphill, con Carla Bley, con Charlie Haden e con John Scofield. Bill Frisell debutta come leader per la ECM, famosa etichetta d’avanguardia, per poi passare alla Elektra, per la quale realizza un album che passano dal free al rock, dal funky urbano alla sperimentazione (BEFORE WE WERE BORN, 1989).  

Ma è negli anni Novanta che il suo talento eclettico si esprime al meglio, nonostante una produzione sterminata come leader e session man (da sottolineare particolarmente la partnership di Bill Frisell con John Zom e Ginger Baker). L’album HAVE A LITTLE FAITH (4) è un grande esempio di contaminazione fra stili, accostando con malizia Bob Dylan (Just Like A Woman) e Madonna (Live To Tell), Muddy Waters (I Can’t Be Satisfied) e John Hiatt (la title track), fino a Henry Rollins (No Moe). Sempre sullo stesso livello è l’album THIS LAND (5), questa volta imperniato totalmente su originali a carattere blues, come sempre trasfigurati con il tocco personale di Bill Frisell. Dopo la parentesi dedicata alla sonorizzazione dei film di Buster Keaton, gli album GO WEST (7) THE HIGH SIGN-ONE WEEK (8), e alla collaborazione con Elvis Costello nell’album DEEP DEAD BLUE (10), sancisce la ricerca musicale di Bill Frisell con l’album NASHVILLE (12), che, come sottolinea il titolo, si immerge nel mondo country, fra l’altro accompagnato dalla voce di Robin Holcomb, dove fra originali e vecchi successi del genere, spicca un’interessante cover di Neil Young, One Of These Days.

 

DISCOGRAFIA DI BILL FRISELL:

(1) Is THAT You? (Nonesuch 1990 USA)

(2) Where IN The World (Nonesuch 1991 USA)

(3) MORE NEWS FROM LULU (Hat Art 1992 USA)

(4) HAVE A LITTLE FAITH (Nonesuch 1993 USA)

(5) THIS LAND (Nonesuch 1994 USA)

(6) AMERICAN BLOOD SAFETY IN NUMBERS (Verabra 1994 USA)

(7) Go WEST (Nonesuch 1995 USA)

(8) THE HIGH SIGN-ONE WEEK (Nonesuch 1995 USA)

(9) LIVE (Gramavision 1995) live

(10) DEEP DEAD BLUE (Nonesuch 1995 USA) live

(11) QUARTET (Nonesuch 1996 USA)

(12) NASHVILLE (Nonesuch 1997 USA)

 

RIFERIMENTI A BILL FRISELL:

(13) GAVIN BRYARS / AFTER THE REQUIEM (ECM 1990 USA)

(14) PAUL MOTIAN / ON BROADWAY VOL. II (JMT 1990 USA)

(15) JOHN ZORN / GRAND GUIGNOL (Avant 1990 USA)

(16) PAUL MOTIAN TRIO / IN TOKYO (JMT 1991 USA) live

(17) JOHN ZORN / COBRA: STUDIO & LIVE (Hat Art 1991 USA) in parte live

(18) JOHN ZORN / FILMWORKS I (Elektra 1991 USA)

(19) JOHN ZORN / JEUX DES DAMES CRUELLES (Avant 1992 USA)

(20) PAUL MOTIAN / ON BROADWAY VOL. Ill (JMT 1992 USA)

(21) ARTISTI VARI / WEIRD NIGHTMARE-MEDITATIONS ON MINGUS (Columbia 1992 USA)

(22) BRIAN ALES / NAIVETE (Verabra 1993 USA)

(23) MICHAEL SHRIEVE / FASCINATION (CMP 1994)

(24) PAUL MOTIAN TRIO / TRIOISM (JMT 1994 USA)

(25) GINGER BAKER TRIO / GOING BACK HOME (Atlantic 1994 USA)

(26) JIM HALL / UNISSUED 1982-92 (Musica Jazz 1994 ITA)

(27) JIM HALL / DIALOGUES (Telare 1995 USA)

(28) STEFAN WINTER / THE LITTLE TRUMPET (JMT 1995 USA)

(29) GINGER BAKER TRIO / FALLING OFF ROAD (Atlantic 1996 USA)

(30) ARTO LINDSAY / O CORPO SUTIL (Gramavision 1996 USA)

(31) JOHN ZORN / FILMWORKS II (Avant 1997 USA)

(32) KENNY WHEELER / ANGEL SONGS (ECM 1997 USA)

(33) PAUL MOTIAN TRIO / SOUND OF LOVE (Winter & Winter 1997 USA)

(34) RON MILES / WOMAN’S DAY (Gramavision 1997 USA)

(35) MICHAEL WHITE / MOTION PICTURE (Intuition 1997 USA)

 

Nota: (3) a nome Zom/Frisell/Lewis.

(6) a nome Godsey-Frisell-Aley.

(10) condiviso insieme con Elvis Costello.

 

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...