GRATEFUL DEAD

GRATEFUL DEAD

Dopo lo straordinario successo commerciale di In The DARK (1987), trainato dal singolo Touch Of Grey, i Grateful Dead sembrano di nuovo motivati a proporsi discograficamente, oltre che nei concerti dove sono ormai un’istituzione consolidata in tutti gli Stati Uniti. Infatti nel 1989 giunge l'album BUILT To Last (1), che, nonostante il buon successo di pubblico, rivela una stasi creativa evidente: il sound è dominato dalle atmosfere create dal tastierista Brent Mydland, mentre il songwriting, specie quello di Jerry Garcia (n. 1942, USA), risulta piuttosto anonimo. Ma è comunque dal vivo che la band riesce a imporsi ancora con parte dell’antica energia e a conferma arriva il buon live album WITHOUT A NET (2), dove fra l’altro è ospite il sassofonista Branford Marsalis in Eye Of The World, che vede i Grateful Dead proporre un repertorio vario, dove fra l’altro spicca una rilettura dai Traffic, Dear Mr. Fantasy. L’album dei Grateful Dead esce comunque in concomitanza con il primo tragico fatto che coglie la band durante gli anni Novanta: infatti Mydland, vittima di un’overdose, viene trovato morto nella sua casa di San Francisco. Superato il momento difficile, Garcia e compagni trovano in Bruce Hornsby un sostituto provvisorio, per poi affidarsi all’ex Tube Vince Welnick, da anni nell’ambiente di San Francisco. 

Da quel momento l’attività concertistica dei Grateful Dead viene messa in primo piano rispetto al resto, tanto che non si hanno uscite discografiche se non di vecchio materiale, iniziando dall'album ONE MORE FROM THE VAULT (3) e dall'album Two FROM THE VAULT (6), che poi danno inizio al progetto di Dick Latvala, maniaco collezionista del gruppo e principale artefice della serie DICK’S PICKS: nastri di concerti interi sono pubblicati tramite la Grateful Dead Records con il metodo del mail order, dove si distingue particolarmente l'album DICK’S PICKS VOLUME FOUR (12), registrato la notte di San Valentino del 1970 e considerata da tutti i deadheads quale la performance più leggendaria mai eseguita dalla band di San Francisco. 

Nonostante qualche dissapore fra i vari membri, i Grateful Dead proseguono a macinare concerti su concerti, rendendo particolarmente rilevanti quelli dell’estate 1994 assieme ai riformati Traffic. Il 10 luglio al Soldier Field di Chicago, Illinois, segna l’ultimo concerto ufficiale dei Grateful Dead: Jerry Garcia infatti deve interrompere il tour perché le condizioni fisiche non gli permettono di proseguire. Ricoverato in una clinica vicino San Francisco, viene trovato morto per attacco cardiaco la notte del 9 agosto. La dipartita del “Captain Trips” getta gli interi Stati Uniti nello sconforto, tanto che si contano raduni in sua memoria in tutte le città del Paese, celebrati anche da autorità istituzionali come il sindaco di San Francisco, che impone la bandiera a mezz’asta, e il presidente Bill Clinton, che dichiara il lutto nazionale. La cerimonia funebre ha luogo nella cappella di St. Stephen a San Rafael, piccola cittadina della Baia, a cui partecipano solo gli amici più intimi del musicista (tra cui tutti i membri del gruppo e un commosso Dylan). Quindi le sue ceneri vengono portate in India dalla vedova Deborah Koons Garcia (poi protagonista di una spiacevole battaglia legale per l’eredità lasciata dal musicista) e da Bob Weir, che le disperdono nel fiume Gange. I Grateful Dead rimasti, dopo qualche tentennamento, dichiarano sciolta la band, anche se nei due anni a seguire continuano a pubblicare vecchio materiale, con particolare rilevanza per l'album HUNDRED YEAR HALL (10), l'album DOZIN’ AT THE KNICK (16) e l'album FALLOUT FROM THE PHIL ZONE (18), dando vita quindi al Furthur Festival, composto dai progetti solisti intrapresi da Bob Weir e da Mickey Hart e con ospiti vari (Los Lobos, Black Crowes, Bruce Hornsby, Hot Tuna...), che a partire dall’estate 1996 inizia a girare gli Stati Uniti con grande successo.

Se i Grateful Dead nel decennio non sono stati prolifici riguardo a nuovo materiale discografico, lo stesso non si può dire di Garcia. Ai concerti con il gruppo alterna esibizioni con una propria band, in cui spicca il tastierista di colore Melvin Seals, che trovano riscontro nell'album JERRY GARCIA BAND (20) e nell'album How SWEET IT IS... (21), entrambi registrati nel 1990, dove il musicista traccia una mappa dei propri gusti musicali.

Una partnership importante è quella con il mandolinista David Grisman, con cui si impegna in progetti rigorosamente acustici. Il primo album dei due è il disco JERRY GARCIA-DAVID GRISMAN (22), dove si segnalano la lunga jam Arabia, oltre i quindici minuti, e soprattutto la rilettura del classico Dead Friend Of The Devil.

L'album NOT FOR KIDS ONLY (23) vede impegnati i Grateful Dead in traditionals vari a carattere folk, mentre l'album SHADY GROOVE (24), ultima registrazione ufficiale di Garcia, mette a fuoco l’obiettivo sul bluegrass, con degne rese di Shady Groove e di Dreadful Wind And Rain.

Particolare rilevanza assumono gli album di Mickey Hart, fra l’altro curatore della collana 360° per la Rykodisc, sempre impegnato su una ricerca nel campo delle percussioni: degno di nota è l'album MYSTERY BOX (28), fra l’altro premiato da discrete vendite, cui partecipano gli ex compagni Bob Weir, Bruce Hornsby e Robert Hunter.

 

DISCOGRAFIA DI GRATEFUL DEAD:

(1) BUILT To Last (Arista 1989 USA)

(2) WITHOUT A NET (2CD Arista 1990 USA) live

(3) ONE MORE FROM THE VAULT (2CD Grateful Dead 1991 USA) live

(4) INFRAED ROSE (Grateful Dead 1991 USA) live

(5) STILL TRUCKIN’ (Tabak 1992 USA) interviste promo

(6) Two FROM THE VAULT (2CD Grateful Dead 1992 USA) live

(7) DICK’S PICKS VOLUME ONE (2CD Grateful Dead 1993 USA) live

(8) GRAYFOLDED (2CD Sweel-Artifact 1994 USA) live

(9) DICK’S PICKS VOLUME Two (Grateful Dead 1995 USA) live

(10) HUNDRED YEAR HALL (2CD Grateful Dead 1995 USA) live

(11) DICK’S PICKS VOLUME THREE (2CD Grateful Dead 1995 USA) live

(12) DICK’S PICKS VOLUME FOUR (3CD Grateful Dead 1996 USA) live

(13) DICK’S PICKS VOLUME FIVE (3CD Grateful Dead 1996 USA) live

(14) GREATEST HITS (2CD Arista 1996 USA) ant.

(15) DICK’S PICKS VOLUME SIX (3CD Grateful Dead 1996 USA) live

(16) DOZIN’ AT THE KNICK (3CD Grateful Dead 1996 USA) live

(17) DICK’S PICKS VOLUME SEVEN (3CD Grateful Dead 1997 USA) live

(18) FALLOUT FROM THE PHIL ZONE (2CD Grateful Dead 1997 USA) live

(19) DICK’S PICKS VOLUME EIGHT (3CD Grateful Dead 1997 USA) live

Jerry Garcia Band

(20) JERRY GARCIA BAND (2CD Arista 1991 USA) live

(21) How SWEET IT IS... (Grateful Dead 1997 USA) live

Jerry Garcia / David Grisman

(22) JERRY GARCIA-DAVID GRISMAN (Acoustic Disc 1991 USA)

(23) NOT FOR KIDS ONLY (Acoustic Disc 1993 USA)

(24) SHADY GROOVE (Acoustic Disc 1996 USA)

Jerry Garcia / Sanjay Mishra

(25) BLUE INCANTATION (Rain Dog 1995 USA)

Mickey Hart

(26) AT THE EDGE (Rykodisc 1990 USA)

(27) PLANET DRUM (Rykodisc 1991 USA)

(28) MYSTERY BOX (Rykodisc 1996 USA)

Bob Weir

(29) KINGFISH-KING BISCUIT FLOWER HOUR PRESENTS KINGFISH (2CD KBFH 1995 USA) live

Robert Hunter

(30) A Box OF RAIN-LIVE 1990 (Rykodisc 1991 USA) live

(31) SENTINEL (Rykodisc 1993 USA)

 

RIFERIMENTI A GRATEFUL DEAD:

(32) MERL SAUNDERS / BLUES FROM THE RAINFOREST (Summertone 1990 USA)

(33) KEN NORDINE / DEVOUT CATALYST (Grateful Dead 1991 USA)

(34) TOM COSTANTEN / NIGHTFALL OF DIAMONDS (Relix 1992 USA)

(35) TOM COSTANTEN / MORNING DEW (Relix 1993 USA)

(36) BRUCE HORNSBY / HARBOR LIGHTS (RCA 1993 USA)

(37) DEAD RINGERS / DEAD RINGERS (Relix 1993 USA) live

(38) KEN NORDINE / UPPER LIMBO (Grateful Dead 1993 USA)

(39) JOAN BAEZ / RARE, LIVE & CLASSIC (3CD Vanguard 1993 USA) ant. con inediti

(40) ROB WASSERMAN / TRIOS (MCA 1994 USA)

(41) BRUCE HORNSBY / HOT HOUSE (RCA 1995 USA)

(42) JORMA KAUKONEN-TOM COSTANTEN / EMBRYONIC JOURNEY (Relix 1995 USA)

(43) ARTISTI VARI / SMOKE (Hollywood 1995 USA) col. son.

(44) OLD & IN THE WAY / THE HIGH LONESOME SOUND (Acoustic Disc 1996 USA) live

(45) DOSE HERMANOS / SONIC ROAR SHOCK (Blotter Bros. 1996 USA)

(46) SECOND SIGHT / SECOND SIGHT (Shanachie 1996 USA) live

(47) DONNA JEAN / DONNA JEAN (Muscle Shoals 1996 USA)

(48) ARTISTI VARI / JACK KEROUAC-KICKS JOY DARKNESS (Rykodisc 1997 USA)

(49) ARTISTI VARI / THE SONGS OF JIMMIE RODGERS (Egyptian/Sony 1997 USA)

 

Nota: DEADICATED (1991) è un tributo di artisti vari organizzato dall’Arista.

In (25) Jerry Garcia parteci¬pa ad alcuni brani.

(29) riporta una performance registrata nel 1976 al Beacon Theatre di New York City.

(31) è una raccolta di poemi recitati.

Garcia partecipa come session man in (32), (33), (36), (38) e (41). (34) e (35) sono gli unici album solisti del pianista Tom Costanten, tastierista dei Grateful Dead negli anni Sessanta.

(37) vede impegnati Costanten, David Nelson dei New Raiders Of Pourple Sage e Barry Flast dei Kingfish.

In (39) i Grateful Dead supportano Joan Baez in due traditional, Jackaroe e Marriott USA.

In (40) Bob Weir partecipa a Easy Answers assieme a Neil Young, di cui è coautore, mentre Garcia assieme a Edie Brickel suona in Zillionaire e in American Popsicle, due tracce di cui è coautore.

In (44) due brani della Jerry Garcia Band, gli standards jazz Smoke Gets In Your Eyes e Cigarettes And Coffee.

(45) è un progetto di Costanten e di Bob Bralove.

(46) vede impegnati Bralove e Vince Welnick in tutto il disco, mentre Garcia e Weir partecipano in qualità di special guests.

(47) è l’esordio solista di Donna Godchaux.

In (48) Robert Hunter recita Have You Ever Seen Anyone Like Cody Pomeray ?

In (49) Garcia & Grisman eseguono Blue Yodel # 9.

 

FORMAZIONE DI GRATEFUL DEAD:

Jerry Garcia: ch, v / Bob Weir: ch, v / Phil Lesh: bs , v / Mickey Hart: bt, pere / Bill Kreutzmann: bt / Brent Mydland: tast, v / Robert Hunter: testi.

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...