MORY KANTÉ

MORY KANTÉ

Discendente di una famiglia di musicisti di Kissidougou, nella Guinea orientale, Mory Kanté (n. 1950, GUI) è il musicista che ha reso popolare anche in Europa il suono della kora, strumento dalle antiche discendenze appartenente alla cultura mandinga. Si tratta di una sorta di incrocio tra un’arpa e un liuto (dalle 21 alle 25 corde) che utilizza una zucca come cassa di risonanza.

Membro di una famiglia composta da musicisti, a soli sette anni Mory Kanté viene inviato nel Mali a studiare l’arte dei griot. La carriera di Mory Kanté inizia con la militanza insieme al cugino Kanté Manfila nella Rail Band du Buffet Hotel de la Gare fondata nel 1969 da Tidiane Koné e destinata a diventare una vera istituzione nell’ambito della musica da ballo mandinga. All’interno del gruppo nasce una certa rivalità tra Mory Kanté e Salif Keita, entrambi dotati di ottimi mezzi vocali e di notevoli capacità di scrittura. La Rail Band diviene in breve molto popolare e durante i sette anni di militanza Mory Kanté introduce il ballo tra i performer delle moderne orchestre, registrando, tra gli altri, L’EXIL DE SOUNDJATA, LE FONDATEUR DE L’EMPIRE MANDINGUE, grande epopea della musica mandinga.  

A metà degli anni Ottanta, Mory Kanté è a Parigi proprio mentre si crea una vivace scena ‘etnica’ che lo vede protagonista insieme a Salif Keita. Il suo album 10 COLA NUTS (1986) unisce aromi della Guinea a un beat da discoteca, come dimostra Teriya, versione del vecchio brano della Rail Band Balakoninfi. 

Lanciato da Yeke Yeke, singolo che raggiunge il numero uno in molti paesi europei, l’album AKWABA BEACH (1988) è il disco della consacrazione della musica di Mory Kanté ad oggetto di lango consumo. I successivi album, alcuni dei quali registrati con notevole dispiegamento di mezzi economici a Los Angeles, non ottengono il medesimo successo. In particolare, l’album Touma (1) ospita una band internazionale, tra le cui fila spicca la presenza di Carlos Santana e della vocalist Djanka Diabate, che quasi ruba la scena a Mory Kanté.

Sviluppando lo stile utilizzato nell’Africa dell’Est con una sensibilità quasi jazz e fondendolo con le moderne sonorità rock e pop, Mory Kanté è il principale responsabile dell’introduzione della cosiddetta ‘musica del mondo’ nelle sale da ballo europee.

 

DISCOGRAFIA DI MORY KANTÉ:

(1) Touma (Mango 1990 USA)

(2) N Diarabi (Celluloid 1993 USA)

(3) Tatebola (Wotre Music 1996 USA)

 

RIFERIMENTI A MORY KANTÉ:

(4) Artisti Vari / Go-Man-Go (Mango 1992 USA)

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...