BOB MOULD / SUGAR

BOB MOULD / SUGAR FOTO

BOB MOULD/SUGAR

Dopo la fine dell’esperienza con gli Hiisker Dii e il celebrato esordio solista con l’album WORKBOOK (1989), Bob Mould (n. 1960, USA) nel nuovo decennio prosegue la propria carriera solista con l'album BLACK SHEETS OF RAIN (1). L’opera, seppur intimista e travagliata come il precedente, riporta l’artista alla sua classica dimensione elettrica, regalando alcune delle più belle pagine del suo songbook (It’s Too Late, The Last Night e soprattutto la title track), dove come supporto strumentale trova nel batterista Anton Fier (responsabile del progetto Golden Palominos) un perfetto alter ego.

A quel punto Bob Mould, smentendo le dichiarazioni che lo volevano completamente refrattario a formare una nuova band dopo gli Husker Du, forma un nuovo gruppo, gli Sugar, con David Barbe e Malcom Travis. Sul finire del 1992         è pronto l'album di debutto COPPER Blue (4), che trova giudizi contrastanti da parte della critica (comunque il settimanale inglese New Musical Express lo incorona ‘disco dell’anno’), soprattutto per l’eccessiva lunghezza dell’album e per l’uso preponderante di tastiere elettroniche. Durante le session dell'album COPPER BLUE (4), gli Sugar registrano molto materiale, che oltre a essere pubblicato nel primo album, nel 1993      trova posto sul mini album di sei brani BEASTER (5). Il nuovo capitolo è pronto per l’anno successivo: l'album F.U.E.L.-FILE UNDER: EASY LISTENING (6) è lil disco che, più di ogni altro pubblicato da Bob Mould, fa rivivere il sound fatto di rumore e melodia forgiato dagli Husker Du negli anni Ottanta, dove anche il songwriting del leader risulta ancora una volta fra i più originali della sua generazione (Panama City Motel, Your Favorite Thing...). l'album F.U.E.L.-FILE UNDER: EASY LISTENING (6) è anche il canto del cigno degli Sugar, che nel 1995 dichiarano sciolto il gruppo dando alle stampe l'album BESIDES (7), antologia di b-sides, brani live e alternate takes. Bob Mould quindi toma nei panni solisti con l'album BOB MOULD (3), raccolta di canzoni discontinue che comunque prosegue il discorso musicale dell'album BLACK SHEETS OF RAIN (1), senza averne lo stesso spessore. 

Fra le poche occasioni per ricordare il mito Husker Du, va segnalata la pubblicazione dell'album No Alternative (10), che coglie il terzetto di Minneapolis, Minnesota, nell’ultimo tour effettuato (fine 1987) prima dello scioglimento.

 

DISCOGRAFIA DI BOB MOULD/SUGAR:

 Bob Mould

(1) BLACK SHEETS OF RAIN (Virgin 1990 USA)

(2) POISON YEARS (Virgin 1994 USA) ant. con inediti

(3) BOB MOULD (Creation 1996 GB)

 

Sugar

(4) COPPER Blue (Rykodisc 1992 USA)

(5) BEASTER (Creation 1993 GB) mini CD

(6) F.U.E.L.-FILE UNDER: EASY LISTENING (Creation 1994 GB)

(7) BESIDES (Creation 1995 GB) ant. con inediti

 

RIFERIMENTI A BOB MOULD/SUGAR:

(8) THROWING MUSES / RED HEAVEN (4AD 1992 GB)

(9) ARTISTI VARI / BORN TO GHOOSE (Rykodisc 1993 USA)

(10) Artisti Vari / No Alternative (Arista 1993 USA)

(11) HÙSKER Dti / THE LIVING END (Warner Bros. 1994 USA) live

(12) ARTISTI VARI f BEAT THE RETREAT-SONGS BY RICHARD THOMPSON (Capitol 1994 USA)

 

Nota: in (7) Bob Mould canta nel brano Dio.

In (8) gli Sugar eseguono Running Out Of Time.

In (9) Mould esegue Can 'I Fight It. In (1 i) Shoot Out The Light.

 

FORMAZIONE DI BOB MOULD/SUGAR:

Bob Mould: v, eh, pere, tast / David Barbe: bs / Malcolm Travis: bt, pere.

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...