BOBBY McFERRIN

BOBBY McFERRIN FOTO

BOBBY McFERRIN

Cresciuto a New York, Bobby McFerrin (n. 1950, USA) inizia a studiare teoria musicale all’età di sei anni, poco dopo che la sua famiglia si è trasferito a Los Angeles. II pianoforte è il primo strumento su cui Bobby McFerrin fa pratica e a esso si dedica fino agli anni dell’università. Al termine degli studi Bobby McFerrin si unisce agli Ice Follies e in seguito a varie compagnie californiane di teatro e cabaret, fino a quando, nel 1977, decide di intraprendere la carriera di cantante. Dopo un periodo trascorso a New Orleans insieme con un gruppo chiamato Astrai Projection, Bobby McFerrin si stabilisce a San Francisco, dove incontra l’attore Bill Cosby, che organizza il suo debutto all’Hollywood Bowl in occasione del Playboy Jazz Festival del 1980. Grazie al successo ottenuto al New York’s Kool Jazz Festival nel 1981, Bobby McFerrin viene messo sotto contratto dalla Elektra/Musician, per la quale nel 1982 pubblica il suo album di debutto BOBBY MCFERRIN (1).   

Nel 1983 il musicista di colore presenta per la prima volta i suoi concerti per sola voce, testimoniati dal live album THE VOICE (2), registrato in Germania. Dopo la partecipazione alla colonna sonora di ’Round Midnight diretto da Bertrand Tavernier (per cui Bobby McFerrin vince anche un Grammy per l’interpretazione del tema guida), l'album SIMPLE PLEASURES (4) coincide con un momento di popolarità senza precedenti, soprattutto grazie al brano Don ’t Worry, Be Happy, che proietta Bobby McFerrin in cima alle classifiche di tutto il mondo. Non è comunque la strada pop quella che il cantante sembra voler seguire, come dimostrano le collaborazioni con artisti quali Herbie Hancock, Jon Hendricks, Wayne Shorter e Robin Williams.    

L’uscita dell'album MEDICINE MUSIC (5) mostra il suo talento di arrangiatore per ensemble vocali, nella fattispecie la personale Voicestra, composta di dieci elementi. L’album HUSH (6) vede impegnato Bobby McFerrin con il violoncellista Yo-Yo Ma, mentre l'album PLAY (7) inizia una partnership con Chick Corea che gli vale l’ennesimo Grammy. Nel 1994, Bobby McFerrin diventa membro della direzione artistica della Saint Paul Chamber Orchestra, occupandosi di problemi connessi alla didattica della musica ed esibendosi con essa in più occasioni, come dimostra più avanti l'album THE MOZART SESSIONS (10), ancora condiviso con Corea. Sempre negli anni Novanta Bobby McFerrin collabora con altri importanti ensemble sinfonici come la New York Philharmonic Orchestra, la Chicago Symphony, la Los Angeles Philarmonic e la London Philharmonic, ricevendo nel 1995 la commissione per un lavoro teatrale dall’Opera di San Francisco. Contemporaneamente Bobby McFerrin continua la sua attività concertistica con due gruppi, Hard Choral e Bang! Zoom, quest’ultimo nato dalla collaborazione con gli Yellowjackets. A metà 1997 giunge quindi l'album CIRCLE SONGS (11), disco interamente composto di brani originali, dove Bobby McFerrin è accompagnato da una sezione voci di ben dodici elementi.

 

DISCOGRAFIA DI BOBBY McFERRIN:

(1) BOBBY MCFERRIN (Elektra/Musician 1982 USA)

(2) THE VOICE (Elektra/Musician 1984 USA) live

(3) SPONTANEOUS INVENTIONS (Blue Note 1986 USA)

(4) SIMPLE PLEASURES (EMI 1988 USA)

(5) MEDICINE MUSIC (EMI 1990 USA)

(6) HUSH (Sony 1992 GIA)

(7) PLAY (Blue Note 1992 USA) live

(8) PAPER MUSIC (Sony Classical 1995 USA)

(9) BANG! ZOOM (Blue Note 1995 USA)

(10) THE MOZART SESSIONS (Sony Classical 1996 USA)

(11) CIRCLE SONGS (Sony Classical 1997 USA)

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...