YNGWIE J. MALMSTEEN

YNGWIE J. MALMSTEEN FOTO

YNGWIE J. MALMSTEEN

Funambolico chitarrista svedese, esponente di quella categoria di strumentisti heavy metal capaci di far suonare il loro strumento ‘alla velocità della luce’, Yngwie J. Malmsteen confeziona negli anni Ottanta una serie di album (solisti e con diverse formazioni) in cui spicca il suo amore per guitar hero come Ritchie Blackmore (Deep Purple) e Jimi Hendrix, comunque trasfigurato con forti echi di musica classica. L’album LIVE IN LENINGRAD: TRIAL BY FIRE (1), ultimo disco della decade, vede Yngwie J. Malmsteen alle prese con un’ora di musica dal vivo che trae spunto da suoi lavori precedenti quanto da riletture che vanno da Hendrix (Spanish Castle Magic) a intermezzi ispirati a Beethoven e Paganini. 

Il successivo l'album ECLIPSE (2) non si discosta molto dai cliché ormai consolidati, anche se il riscontro commerciale sembra non essere più quello del decennio precedente, con la sola eccezione del Giappone, che accoglie con grande favore ogni vagito del musicista svedese. L’album FIRE AND ICE (4) presenta una serie di ‘composizioni per chitarra’ che passano tranquillamente dal rock radiofonico di Teaser a citazioni da Bach, come dimostra Cry No More. Dopo essersi trovato senza contratto per qualche periodo, nel 1994 Yngwie J. Malmsteen si impegna in due mini album POWER AND GLORY (5) e mini album I CAN’T WAIT (6), il   primo dei quali dedicato al campione di wrestling nipponico Takada, mentre il secondo presenta un selezione live registrata al Budokan di Tokyo. Il ritorno con un’opera sulla lunga distanza è segnato dall'album SEVENTH SIGN (7), che vede un tentativo di rinnovamento in senso rock blues di ispirazione hendrixiana, anche se non mancano imbarazzanti cadute di tono come la sdolcinata ballata Prisoner Of Your Love. Dopo l'album MAGNUM OPUS (8), arriva di cover INSPIRATION (9), dedicato ai suoi molti miti musicali, come Deep Purple, Rainbow, Rush, Scorpions, Kansas e Hendrix.

 

DISCOGRAFIA DI YNGWIE J. MALMSTEEN:

(1) LIVE IN LENINGRAD: TRIAL By FIRE (Polydor 1989 USA) live

(2) ECLIPSE (Polydor 1990 USA)

(3) COLLECTION (Polydor 1992 GB) ant.

(4) FIRE AND ICE (Elektra 1992 USA)

(5) POWER AND GLORY (Pony Canyon 1994 USA) mini CD

(6) I CAN’T WAIT (Pony Canyon 1994 USA) mini CD

(7) SEVENTH SIGN (CMC 1994 USA)

(8) MAGNUM OPUS (Vice Roy 1995 USA)

(9) INSPIRATION (Foundation 1996 USA)

 

RIFERIMENTI A YNGWIE J. MALMSTEEN:

(10) ARTISTI VARI / GUITARS THAT RULE THE WORLD (Metal Blade 1992 USA)

 

Nota: in (10) Leviathan.

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...