PEARL JAM

PEARL JAM FOTO

PEARL JAM

Dopo avere militato in alcune band del sottobosco underground di Seattle, il bassista Jeff Ament (n. 1963, USA) e il chitarrista Stone Gossard (n. 1965, USA) si ritrovano a suonare prima con Mark Arm e Steve Turner nei Green River (gruppo seminale per la scena grunge), poi nel gruppo street metal dei Mother Love Bone con il cantante Andy Wood. Alla morte per overdose di quest’ultimo, reclutano il chitarrista degli Shadow Mike McCready (n. 1965, USA), il batterista Dave Krusen e il cantante di San Diego Eddie Vedder (n. 1964, USA): nascono così i Mookie Blaylock, poi Pearl Jam, che nei primi mesi di vita lavorano contemporaneamente all'album TEN (1) e all'album TEMPLE Of THE DOG (10), quest’ultimo omaggio a Andy Wood inciso da Ament, Gossard, McCready e Vedder con Chris Cornell e Matt Cameron, rispettivamente cantante e batterista dei Soundgarden.

Preceduto dalla pubblicazione di Alive e spinto dai singoli Jeremy e Even Flow, l'album TEN (1) diventa un best seller da dieci milioni di copie. Il rock duro e spettacolare della band e i testi tormentati di San Diego Eddie Vedder catturano l’immaginario delle nuove generazioni: nonostante sia lontano dal tipico Seattle sound, l'album TEN (1) diventa, insieme a NEVERMIND (1991) dei Nirvana, simbolo stesso del grunge. Il tour che segue, con il texano Dave Abbruzzese a sostituire Krusen, comprende l’esibizione all’Unplugged di MTV, la partecipazione al Lollapalooza II e ad alcuni festival europei. La band è però sull’orlo del collasso, dilaniata da un successo improvviso e da pressioni che la porteranno a rinegoziare progressivamente la propria posizione all’interno dello show business. 

Durante il 1993 l’attività del gruppo è frenetica: San Diego Eddie Vedder si esibisce con i Doors alla Rock’n’Roll Hall Of Fame e viene invitato con McCready a cantare Masters Of War al concerto per i trent’anni di carriera di Bob Dylan; Gossard fonda i Brad con il cantante Shawn Smith; Ament inizia a collaborare con Robbi Robb dei Tribe After Tribe nei Three Fish; la band apre alcuni concerti europei di artisti quali U2 e Neil Young. Con quest’ultimo, in particolare, nasce un’amicizia profonda, che sfocia nella partecipazione del gruppo a diverse edizioni del Bridge School Benefit e all’incisione dell’album MIRROR BALL (1995), disco che fa da ideale unione fra le vecchie e le nuove generazioni rock. In ottobre, infine, viene pubblicato l'album Vs. (2). Nonostante non venga supportato da alcun videoclip, il successo dell’album è immediato: equamente diviso tra ballate elettro-acustiche e sfoghi di matrice punk, l'album Vs. (2) vende la cifra record di novecentocinquantamila copie nella prima settimana di pubblicazione.

Segue un lungo e intenso tour mondiale durante il quale la band incide l'album VITALOGY (3). Lavoro tormentato, che riflette il periodo di instabilità emotiva che sta minando la solidità del gruppo, l'album VITALOGY (3) affronta parecchi temi: la morte, la brutalità del successo, la libertà di espressione, persino la superiorità dei dischi in vinile sui compact disc. Non mancano indiretti riferimenti a Kurt Cobain, il cui suicidio colpisce particolarmente Vedder. La confezione e il booklet del disco ricalcano quelle di Vitalogy, manuale per la salvaguardia della salute del secolo scorso, pieno di luoghi comuni e credenze bigotte.

Mentre Gossard fonda con Dennis Herring una label discografica (la Loosegroove) e McCready si unisce a Layne Staley degli Alice In Chains nei Mad Season, grande rilevanza ha la partnership, con la produzione e l’apporto strumentale di Ry Cooder, fra Vedder e il cantante pakistano Nusrat Fateh Ali Khan nella colonna sonora l'album DEAD MAN WALKING (21). Nell’estate 1995 ha inizio la prima parte del tour nordamericano dei Pearl Jam, con l’ex Red Hot Chili Pepper Jack Irons al posto di Abbruzzese, ormai sgradito a Vedder. Organizzato senza la Ticketmaster (agenzia statunitense che ha quasi il monopolio della vendita dei biglietti per gli spettacoli in genere), accusata dalla band di tenere troppo alti i costi dei biglietti dei concerti, il tour è un disastro organizzativo che porta i Pearl Jam a un passo dallo scioglimento. Ricompattata, la band continua il giro di concerti e trova il modo di incidere l'album NO CODE (4) durante le pause del tour.

Disco più vario e composito dei precedenti, l'album NO CODE (4) getta una nuova luce sulla musica dei Pearl Jam, ora più ‘positiva’ e lontana dall’attitudine depressiva di molte altre band di Seattle. L’anticommercialità del singolo Who You Are, il rifiuto di girare videoclip è di rilasciare interviste, fruttano antipatie (l’influente Rolling Stone dedica a Vedder una cover story denigratoria) e portano a un assottigliamento del seguito del gruppo. Il tour successive dei Pearl Jam, che tocca anche l’Europa, Italia compresa, è comunque un notevole successo. Seguono nuove session in studio a Seattle per un nuovo disco, il primo tour dei Brad e la partecipazione di Vedder e McCready al concerto newyorchese pro-Tibet nell’estate 1997, nonché una nuova serie di comparsate dei membri del gruppo in dischi altrui.

 

DISCOGRAFIA DI PEARL JAM:

(1) TEN (Epic 1991 USA)

(2) Vs. (Epic 1993 USA)

(3) VITALOGY (Epic 1994 USA)

(4) No CODE (Epic 1996 USA)

 

Green River

(5) COME ON DOWN (Homestead 1985 USA) EP

(6) DRY As A BONE (Sub Pop 1987 USA) EP

(7) REHAB DOLL (Sub Pop 1988 USA)

 

Mother Love Bone

(8) SHINE (Stardog 1989 USA) EP

(9) APPLE (PolyGram 1990 USA)

 

Temple Of The Dog

(10) TEMPLE OF THE Dog (A&M 1991 USA)

 

RIFERIMENTI A PEARL JAM:

(11) ARTISTI VARI / SINGLES (Epic 1992 USA) col. son.

(12) BAD RELIGION / RECIPE OF HATE (Epitaph 1993 USA)

(13) ARTISTI VARI / SWEET RELIEF: A BENEFIT FOR VICTORIA WILLIAMS (Columbia 1993 USA)

(14) ARTISTI VARI / JUDGEMENT NIGHT (Epic 1993 USA) col. son.

(15) ARTISTI VARI / IN DEFENSE OF ANIMALS (Restless 1993 USA)

(16) ARTISTI VARI / BOB DYLAN-THE 30TH ANNIVERSARY CONCERT CELEBRATION (2CD Columbia 1993 USA) live

(17) ARTISTI VARI / STONE FREE-A TRIBUTE TO JIMI HENDRIX (Reprise 1993 USA)

(18) Artisti Vari / Basketball Diaries (Island 1995 USA) col. son.

(19) MIKE WATT / BALL-HOG OR TUGBOAT? (Columbia 1995 USA)

(20) GARY HEFFERN / PAINFUL DAYS (Glitterhouse 1995 USA)

(21) ARTISTI VARI / DEAD MAN WALKING (Columbia 1995 USA) col. son.

(22) ARTISTI VARI / DEAD MAN WALKING-THE SCORE (Columbia 1996 USA) col. son.

(23) THERMIDORE / MONKEY ON RICO (Atlantic 1996 USA)

(24) SCREAMING TREES / DUST (Epic 1996 USA)

(25) ARTISTI VARI / HOME ALIVE (Epic 1996 USA)

(26) ARTISTI VARI / MOM-Music FOR OUR MOTHER OCEAN (Surfdog 1996 USA)

(27) ARTISTI VARI / THE CABLE GUY (Columbia 1996 USA) col. son.

(28) FASTBACKS / NEW MANSIONS IN SOUND (Sub Pop 1996 USA)

(29) ARTISTI VARI / HYPE! (Sub Pop 1996 USA) col. son.

(30) TUATARA / BREAKING THE ETHERS (Epic 1997 USA)

(31) ARTISTI VARI / KICKS JOY DARKNESS (Rykodisc 1997 USA)

(32) MARK EITZEL / WEST (Warner Bros. 1997 USA)

(33) THE MINUS 5 / THE LONESOME DEATH OF BUCK MCCOY (Hollywood 1997 USA)

Nota: (1) ristampato nel 1992 in versione europea con tre bonus track.

(6) e (7) ristampati in un unico CD.

(8) e (9) ristampati in un unico CD con una bonus track.

In (11) State Of Love And Trust e Breath.

In (12) Eddie Vedder è presente alle background vocal.

In (13) Crazy Mary con l’autrice Victoria Williams.

In (14) The Real Thing in coppia con i Cypress Hill, ma senza Vedder.

In (15) Porch.

In (17) Hey Baby a nome M.A.C.C., ovvero McCready, Ament, Cornell & Cameron.

In (18) Catholic Boy in coppia con l’autore Jim Carroll.

In (19) Vedder canta Against The 70’s.

In (20) Vedder alle background vocal.

(21) e (22) Vedder in coppia con Nusrat Fateh Ali Khan canta The Face Of Love e The Long Road, entrambe in versione differente sui due dischi.

In (23) Stone Gossard suona la chitarra.

In (24) Mike McCready suona la chitarra.

In (25) Leaving Here.

In (26) Gremmie Out Of Control.

In (27) McCready suona la chitarra.

In (28) Vedder alle back¬ground vocal.

In (29) Not For You dal vivo.

In (30), (32) e (33) McCready suona la chitarra.

In (31) compare Vedder con due terzi degli Hovercraft.

 

FORMAZIONE DI PEARL JAM:

Eddie Vedder: v, ch / Mike McCready: ch / Stone Gossard: ch / Jeff Ament: bs / Dave Krusen: bt (1) / Dave Abbruzzese: bt (2-3) / Jack Irons: bt (4).

 

Pearl Jam, Pearl Jam album, Pearl Jam video, Pearl Jam musica, Pearl Jam band, Pearl Jam cd, Pearl Jam discografia, Pearl Jam canzoni, Pearl Jam gruppo, Pearl Jam dischi, Pearl Jam rock, Pearl Jam live, Pearl Jam foto

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...