POP WILL EAT ITSELF

POP WILL EAT ITSELF FOTO

POP WILL EAT ITSELF

Appartenenti al giro delle etichette indipendenti e alternative, il gruppo inglese dei Pop Will Eat Itself si forma nella metà degli anni Ottanta e come primo lavoro pubblica l’EP POPPIES SAY GRRR! (1) per la indie Chapter 22, a cui segue il vero e proprio album d’esordio GO BOX FRENZY! (2) nel 1987. Ma il rock and roll di stampo garage di questo periodo cede subito il passo a sample, drum machine e sonorità hip-hop, che porta i Pop Will Eat Itself a firmare per una major (RCA) e al loro primo grosso successo commerciale. Per prepararsi a questo, vanno in tour con i Public Enemy (alfieri dell’hip-hop più impegnato), registrano un singolo con la pornostar Cicciolina come inno alternativo ai Mondiali di Calcio del ’90, e infine pubblicano l'album THIS IS THE DAY, THIS IS THE HOUR, THIS IS THIS (4), anche se le chitarre affilate e brani di chiara matrice heavy come Can U Dig It lasciano trapelare ancora qualche ripensamento. I Pop Will Eat Itself I si convertono del tutto quando incidono l'album CURE FOR SANITY (5), un disco dove la dance è in primo piano, mentre nel disco THE LOOKS OR THE LIFESTYLE (6) tornano a usare un vero batterista al posto della drum machine e a proporre un heavy metal intinto nel rap che mostra chiari sintomi di indecisione. Il singolo Get The Girl Kill The Baddies arriva però al numero nove della classifica inglese, il miglior piazzamento dei Pop Will Eat Itself, ma il percorso musicale schizofrenico del gruppo esaspera i dirigenti della RCA che li licenziano in tronco.

Del ’94 è la loro collaborazione con i Fun-Da-Mental in Ich Bin Ein Auslander, brano dai forti contenuti politici che vede i Pop Will Eat Itself attaccarsi al carrozzone dei gruppi rock impegnati politicamente (Rage Against The Machine). Dopo essere andati in tour con i Nine Inch Nails, Trent Reznor decide di pubblicare i dischi di Pop Will Eat Itself in America per la propria etichetta Nothing. Il primo frutto di questa collaborazione è l'album Dos DEDOS MIS AMIGOS (9), questa volta dedito a un sound industriale e noisy fino al parossismo. 

 

DISCOGRAFIA DI POP WILL EAT ITSELF:

(1) POPPIES SAY GRRR! (Chapter 22 1986 GB)

(2) Go Box FRENZY! (Chapter 22 1987 GB)

(3) Now FOR A FEAST! (Chapter 22 1988 GB)

(4) THIS IS THE DAY, THIS IS THE HOUR, THIS IS THIS (RCA 1989 GB)

(5) CURE FOR SANITY (RCA 1990 GB)

(6) THE LOOKS OR THE LIFESTYLE (RCA 1992 GB)

(7) WEIRD’S BAR AND GRILL (RCA 1993 GB) live

(8) 16 DIFFERENT FLAVOURS OF HELL (RCA 1993 GB) ant.

(9) Dos DEDOS MIS AMIGOS (Infectious 1994 GB)

(10) Two FINGERS MY FRIEND (Infectious 1995 GB)

Nota: (7) è una registrazione dal vivo del ’92 alla Brixton Academy di Londra. (10) è la versione remix di (9).

 

FORMAZIONE DI POP WILL EAT ITSELF:

Clint Mansell: v, ch / Adam Mole: ch, tas / Graham Crabb: bt, v (1/9) / Richard March: bs / Fuzz: bt (6/8-10).

 

Pop Will Eat Itself, Pop Will Eat Itself album, Pop Will Eat Itself video, Pop Will Eat Itself musica, Pop Will Eat Itself band, Pop Will Eat Itself cd, Pop Will Eat Itself discografia, Pop Will Eat Itself canzoni, Pop Will Eat Itself gruppo, Pop Will Eat Itself dischi, Pop Will Eat Itself rock, Pop Will Eat Itself live, Pop Will Eat Itself foto

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...