PRIMAL SCREAM

PRIMAL SCREAM FOTO

PRIMAL SCREAM

Già batterista dei Jesus And Mary Chain, nel 1985 Bobbie Gillespie decide di abbandonare i fratelli Reid e dedicarsi a un progetto tutto suo, i Primal Scream. Il gruppo firma per Creation e dopo pochi mesi esordisce con due singoli di dubbio valore: All Fall Down (1985) e Crystal Crescent (1986). Con Bobbie Gillespie ci sono il chitarrista Andrew Innes, il bassista Robert Young e il chitarrista Jim Navajo. L’album SONIC FLOWER GROOVE (1) rivela l’amore del gruppo per il pop-rock psichedelico degli anni Sessanta e per il rock’n’roll più crude modello Rolling Stones e Stooges. Con una formazione parzialmente rivoluzionata, non c’è più Jim Navajo, Robert Young passa dal basso alla chitarra, e con il nuovo arrivato Philip Tomanov alla batteria, nel 1989 i Primal Scream realizzano l'ononimo album PRIMAL SCREAM (2), che segue le direttive del disco precedente.

La situazione cambia totalmente quando nel 1990 Andrew Weatherhall, uno dei DJ più influenti della scena dei club londinese, prende I’m Losing More Than I’ll Ever Have, brano tratto dall'album PRIMAL SCREAM (2), e lo stravolge innestando ritmiche funk-dub e sample da Easy Rider e introducendo un piano funk e fiati. Il risultato è Loaded che ben presto diventa un inno generazionale di quella che lo scrittore inglese Nicholas Saunders definisce Generazione E.

E’ una formula vincente che viene adottata anche nella scarica di singoli (Come Together, Don’t Fight It Feel It, Higher Than The Sun remixato dagli Orb) che Bobbie Gillespie realizza nell’arco dei diciotto mesi che vanno dall’uscita di Loaded alla pubblicazione dell'album SCREAMADELICA (3). Quest’ultimo diventa uno degli album più influenti per le generazioni successive di artisti inglesi, l’album che riavvicina il rock alla musica da ballo e fa vincere alla band, nel 1992, il Mercury Music Prize. Dopo due anni di silenzio, i Primal Scream ritornano in scena con l'album GIVE OUT BUT DON’T GIVE UP (4), un disco in cui, abbandonato il connubio con Weatherhall, la band va alla ricerca delle radici del R&B. A esso collaborano George Clinton e George Drakoulias (famoso come produttore dei Black Crowes).

Nel 1997 esce l'album VANISHING POINT (5), il cui titolo proviene da quello di un road movie di culto degli anni Settanta. E’ un album dei Primal Scream che si riallaccia a tutte le precedenti produzioni del gruppo, oltre a contenere qualche elemento di novità di cui Kowalsky, il primo singolo tra la dance e certa musica ‘industriale’, ne è la perfetta rappresentazione.

 

DISCOGRAFIA DI PRIMAL SCREAM:

(1) SONIC FLOWER GROOVE (Elevation 1987 GB)

(2) PRIMAL SCREAM (Creation 1989 GB)

(3) SCREAMADELICA (Creation 1991 GB)

(4) GIVE OUT BUT DON’T GIVE UP (Creation 1994 GB)

(5) VANISHING POINT (Creation 1997 GB)

 

RIFERIMENTI A PRIMAL SCREAM:

(6) TRAINSPOTTING (Capitol/EMI 1996 GB) col. son.

(7) TRAINSPOTTING # 2 (EMI 1997 GB) col. son.

 

FORMAZIONE DI PRIMAL SCREAM:

Bobbie Gillespie: v / Andrew Innes: ch / Robert Young: ch / Jim Navajo: ch (1) / Philip Romanov: bt (2) / Roger Hawkins: bt (3-4) /Andrew Weatherhall: programma¬tore (3) / Denise Johnson: v (3-4) / Martin Duffy: tast (3-5) / Gary Mounfield (5) / Paul Mulreany (5).

 

Primal Scream, Primal Scream album, Primal Scream video, Primal Scream musica, Primal Scream band, Primal Scream cd, Primal Scream discografia, Primal Scream canzoni, Primal Scream gruppo, Primal Scream dischi, Primal Scream rock, Primal Scream live, Primal Scream foto

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...