RIDE

RIDE FOTO

RIDE

Formatisi, nel 1988, a Oxford, i Ride sono composti dai tre studenti d’arte Mark Gardener, Laurence Colbert e Andy Bell. Il trio, a cui presto si aggiunge il bassista Steve Queralt, si ispira alla lezione di My Bloody Valentine, House Of Love e Jesus & Mary Chain. Ben presto si trovano coinvolti in quel filone musicale che in Inghilterra viene definito shoegazing. Acquisiti i favori della stampa londinese, i Ride, nel 1990, incidono il loro EP d’esordio RIDE (1), contenente quattro brani, tra cui il noise di Drive Blind e il pop di Chelsea Girl, che entrano subito in classifica. Dopo un tour esplosivo, i Ride tornano nelle Top 40 inglesi con il secondo EP PLAY (2). Alla fine del 1990 i Ride iniziano a registrare canzoni per il loro primo album. Il primo frutto di queste session è il terzo EP FALL (3). L’album d’esordio, NOWHERE (4), prosegue sulla falsariga degli EP che l’hanno preceduto ed è seguito, all’inizio del 1991, dall’altro EP TODAY FOREVER (5). Dopo l’iperattivo 1990 il successivo è un anno di stanca per i Ride. Nonostante il silenzio improvviso il pubblico non si dimentica di loro.

Nell’estate 1991, infatti, allo Slough Music Festival la band ottiene un successo strepitoso, quello stesso successo che, nel febbraio del 1992, raggiunge anche Leave Them All Behind, canzone simbolo della band di Oxford, singolo che precede l’uscita dell'album GOING BLANK AGAIN (6). Poi, per due anni, è il silenzio. Troppo invischiati nella scena shoegazing, e sempre più dilaniati dall’antagonismo fra Andy Bell e Mark Gardener, i Ride, fra collaborazioni esterne (Bell suona nel disco di debutto della moglie, la svedese Idha Ovelius) e viaggi oltreoceano, l’attività della band subisce un brusco stop. Nel 1994 i Ride pubblicano l'album CARNIVAL OF LIGHT (7), un disco inferiore ai precedenti, che mette la band ulteriormente in ombra, dopo che l’esplosione del brit-pop le aveva già rubato parecchia fama.

La band è sempre più allo sbando: all’inizio del 1995 Mark Gardener si trasferisce a New York e a metà dello stesso anno annuncia di non essere più nel gruppo. L’album TARANTULA (8) è il canto del cigno dei Ride, ritenuto da alcuni critici il loro album più riuscito, ma è ritirato dopo essere stato una sola settimana nei negozi. Mark Gardener annuncia di essere in procinto di pubblicare un lavoro in collaborazione con il produttore techno Paul Oakenfold e con Gary Stonedage (ex Big Audio Dynamite), mentre Andy Bell pubblica nell’estate 1997 l’album d’esordio della sua nuova band denominata Hurricane #1, con i quali si dedica a un suono pop chitarristico caratterizzato da canzoni molto semplici e immediate che in parte conservano caratteristiche dei Ride. 

 

DISCOGRAFIA DI RIDE:

(1) RIDE (Creation 1990 GB) EP

(2) PLAY (Creation 1990 GB) EP

(3) FALL (Creation 1990 GB) EP

(4) NOWHERE (Creation 1990 GB)

(5) TODAY FOREVER (Creation 1991 GB) EP

(6) GOING BLANK AGAIN (Creation 1992 GB)

(7) CARNIVAL OF LIGHT (Creation 1994 GB)

(8) TARANTULA (Creation 1996 GB)

 

RIFERIMENTI A RIDE:

(9) HURRICANE # 1 / HURRICANE # 1 (Creation 1997 GB)

 

FORMAZIONE DI RIDE:

Mark Gardener: v, ch / Andy Bell: ch, v / Steve Queralt: bs / Laurence Colbert: bt

 

Ride, Ride album, Ride video, Ride musica, Ride band, Ride cd, Ride discografia, Ride canzoni, Ride gruppo, Ride dischi, Ride rock, Ride live, Ride foto

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...