BRUCE SPRINGSTEEN

BRUCE SPRINGSTEEN FOTO

BRUCE SPRINGSTEEN

Dopo la fine del Tunnel Of Love World Tour, Bruce Springsteen (n. 1949, USA) sembra chiudere un ciclo oramai lungo quasi vent’anni. Infatti Bruce Springsteen dichiara sciolta la sua partnership con la storica E-Street Band e si ritira per un lungo periodo dalle scene in favore della vita familiare insieme alla sua compagna Patti Scialfa, che, negli anni, gli regalerà tre figli (Jesse, Evan e Sam). Il silenzio è rotto solo dalla partecipazione di Bruce Springsteen al benefit per il Christie Institute di Los Angeles insieme con Jackson Browne e Bonnie Raitt, dove in versione acustica e solitaria presenta vecchie e nuove composizioni, fatto che comunque non anticipa nessuna uscita discografica a breve scadenza. Finalmente nella primavera 1992 arriva la pubblicazione di nuovo materiale, che inaspettatamente trova spazio su due dischi ben distinti, nell'album HUMAN TOUCH (1) e nell'album LUCKY TOWN (2), dove ad accompagnare il musicista del New Jersey, ci sono session men di varia estrazione (oltre all’unico superstite della E-Street Band, Roy Bittan, si contano Jeff Porcaro, Randy Jackson, Gary Mallaber, Mark Isham, Sam Moore, David Sancious, Ian McLagan...). Il primo album mostra Bruce Springsteen in chiara vena ‘populista’ sulla scia dell’album BORN IN THE USA (1984), dove il suono marcatamente radiofonico dell’opera sembra snaturare composizioni pregevoli come I Wish I Were Blind, 57 Chanels (And Nothin’ On) e With Every Wish. L'album LUCKY TOWN (2), fra l’altro inciso nell’arco di poche settimane, invece presenta tracce meno meditate e più spontanee come Living Proof, Souls Of The Departed e Better Days, che riportano l’artista a contatto con l’american music più schietta. I due lavori di Bruce Springsteen comunque segnano un deciso calo di vendite, soprattutto negli Stati Uniti, dove il nome di Bruce Springsteen non gode più della medesima popolarità degli anni Ottanta. Dopo la fine della tournée mondiale a seguito dell'album HUMAN TOUCH (1) e dell'album LUCKY TOWN (2) viene pubblicato un live album MTV PLUGGED (3), peraltro in un primo momento pensato per il solo mercato europeo, registrato su commissione della rete televisiva MTV. La stagione che segue porta il musicista a una serie di ripensamenti, che si risolvono temporaneamente con il grande successo del tema guida dell'album PHILADELPHIA (13), Streets Of Philadelphia, che vale a Bruce Springsteen addirittura un Oscar quale miglior canzone, oltre ad altri riconoscimenti. A seguito di tale affermazione commerciale la Columbia pensa bene di pubblicare l’antologia  GREATEST HITS (4), arricchita di quattro brani inediti (Secret Garden, Murder Incorporated, Blood Brothers e This Hard Land) che ricongiungono il rocker con l’E-Street Band, nella cui formazione inaspettatamente compare anche Stevie Van Zandt. Non è comunque la strada dell’amarcord che sembra interessare Bruce Springsteen, come dimostra il nuovo album che segue a breve. L'album THE GHOST Of TOM JOAD (5), ispirato al romanzo The Grapes Of Warth di John Steinbeck (ma anche all’omonimo film di John Ford) e a tutta una serie di brani di Woody Guthrie, è un ritorno al folk sepolcrale dell’album NEBRASKA (1982), anche se questa volta l’artista non disdegna un leggero accompagnamento strumentale. L’opera nel complesso si rivela efficace, soprattutto grazie a brani come The Ghost Of Tom Joad e Across The Border, frutto di una vena compositiva ritrovata, fra l’altro premiata con un Grammy per il miglior album a carattere folk. A quel punto Bruce Springsteen parte per un lungo tour mondiale che lo vede esibirsi in teatri di piccola capienza, dove si presenta in scena con sole chitarra e armonica, alternando i brani del nuovo corso con antichi cavalli di battaglia (fa specie la nuova versione di Born In The USA in chiave blues e letteralmente privata del celebre ritornello). A esattamente un anno di distanza dal lavoro precedente giunge quindi l'album BLOOD BROTHERS (6), accoppiato a un omonimo documentario di due ore che ritrae Bruce Springsteen e la E-Street Band ai tempi delle session per le tracce inedite dell'album GREATEST HITS (4): i brani presenti nel mini album vivono di una creatività a fasi alterne, positiva per quanto riguarda la cover degli Havalinas, High Hopes, e alquanto enigmatica per la nuova Without You

 

DISCOGRAFIA DI BRUCE SPRINGSTEEN:

(1) HUMAN TOUCH (Columbia 1992 USA)

(2) LUCKY TOWN (Columbia 1992 USA)

(3) MTV PLUGGED (Columbia 1992 GB) live

(4) GREATEST HITS (Columbia 1995 USA) ant. con inediti

(5) THE GHOST Of TOM JOAD (Columbia 1995 USA)

(6) BLOOD BROTHERS (Columbia 1996 USA) mini CD

 

RIFERIMENTI A BRUCE SPRINGSTEEN:

(7) ARTISTI VARI / HARRY CHAPIN TRIBUTE (Relativity 1990 USA) live

(8) ARTISTI VARI / THE LAST TEMPTATION OF ELVIS (NME 1990 USA)

(9) ARTISTI VARI / FOR OUR CHILDREN (Walt Disney 1991 USA)

(10) JOHN PRINE / THE MISSING YEARS (Oh! Boy 1991 USA)

(11) SOUTHSIDE JOHNNY & THE ASBURY JUKES / BETTER DAYS (Impact 1991 USA)

(12) ARTISTI VARI / ALL MEN ARE BROTHERS-A TRIBUTE TO CURTIS MAYFIELD (Warner Bros. 1993 USA)

(13) ARTISTI VARI / PHILADELPHIA (Epic 1993 USA) col. son.

(14) Joe ELY / Letter To Laredo (MCA 1995 USA)

(15) ELLIOTT MURPHY / SELLING THE GOLD (Off World 1995 FRA)

(16) JOE GRUSHECKY & THE HOUSEROCKERS / AMERICAN BABYLON (Razor & Tie 1995 USA)

(17) Artisti Vari / DEAD Man Walking (Columbia 1995 USA) col. son.

(18) ARTISTI VARI / THE CONCERT FOR THE ROCK AND ROLL HALL Of FAME (2CD Columbia 1996 USA) live

 

Nota: (6) è allegato alla videocassetta dallo stesso titolo.

In (7) Remember When The Music.

In (8) Viva Las Vegas.

ìn (9) Chicken Lips And Lizard Hips.

In (10) è presente alle background vocal di Take A Look At My Heart.

In (11) canta It’s Been A Long Time insieme a Southside Johnny e a Little Steven.

In (12) Gypsy Woman.

In (13) Streets Of Philadelphia.

In (14) è alle background vocal di All Just To Get To You e I’m A Thousand Miles From Home.

In (15) è alle background vocal di Everything Leads Me Back To You.

(16) è pro¬dotto da Springsteen, che suona la chitarra in quasi tutte le tracce.

In (17) Dead Man Walkin’.

In (18) Great Balls Of Fire e Whole Lotta Shakin’ Goin' On. Nel 1996 è uscito il singolo Missing, scritto per la colonna sonora dell’omonimo film diretto da Sean Penn, a cui sono accoppiate versioni acustiche dal vivo di Spare Parts, Darkness On The Edge Of Town e Born In The USA.

 

Bruce Springsteen, Bruce Springsteen album, Bruce Springsteen video, Bruce Springsteen musica, Bruce Springsteen band, Bruce Springsteen cd, Bruce Springsteen discografia, Bruce Springsteen canzoni, Bruce Springsteen gruppo, Bruce Springsteen dischi, Bruce Springsteen rock, Bruce Springsteen live, Bruce Springsteen foto

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...