ROD STEWART

ROD STEWART FOTO

ROD STEWART

Lasciata ormai da parte la sua vena rock-blues da lungo tempo, Rod Stewart (n. 1945, GB) persiste con una produzione pop spesso al di sotto delle sue possibilità. Gli anni Ottanta si chiudono per Rod Stewart con l'album THE BEST OF ROD STEWART (1), una delle tante raccolte che invadono il mercato, dimostrando l’intenzione di Rod Stewart di limitare la propria produzione originale al minimo indispensabile. Fra le tante antologie spicca il box album STORYTELLER (3), ricco di inediti e di rarità, che traccia il percorso del musicista anglo-scozzese fin dalle avventure nel Jeff Beck Group, quindi nei Faces, per approdare alla carriera solista. 

Nel 1991 esce l'album VAGABOND HEART (5), disco che si avvale della collaborazione dello storico gruppo vocale dei Temptations e di Tina Turner (con lei il duetto It Takes Two, in un tentativo di imitazione degli interpreti originali, Marvin Gaye e Tammi Terrell), nonché di un hit single particolarmente fortunato quale la cover di Van Morrison, Have I Told You Lately. In seguito, oltre all'album LEAD VOCALIST (6), che comprende rarità registrate con il Jeff Beck Group e i Faces e nuove versioni di brani quali Ruby Tuesday (Rolling Stones), Tom Traubert’s Blues (Tom Waits) e Stand Back (Stevie Nicks), viene pubblicato l'album UNPLUGGED AND... SEATED (7), tratto da un suo concerto alla famosa trasmissione Unplugged di MTV. Il disco, a cui partecipa il vecchio compagno Ron Wood alla chitarra, è tra i più grandi successi dell’intera carriera di Rod Stewart, grazie anche a una scelta di brani particolarmente efficace.

Nel 1995 giunge l'album A SPANNER IN THE WORKS (8), disco in studio che presenta, tra le altre, una canzone inedita di Tom Petty (Leave Virginia Alone), oltre a cover di Bob Dylan (Sweetheart Like You), di Tom Waits (Hang On St. Christopher) e di Sam Cooke (Soothe Me). Ennesima antologia è l'album IF WE FALL IN LOVE TONIGHT (9), dove, fra successi vecchi e nuovi (c’è anche un rifacimento di When I Need You dal repertorio di Leo Sayer), trova spazio All For Love con Sting e Bryan Adams, incisa per la colonna sonora de I Tre Moschettieri.

 

DISCOGRAFIA DI ROD STEWART:

(1) THE BEST OF ROD STEWART (Warner Bros. 1989 GB) ant. con inediti

(2) THE Ballad Album (Mercury 1989 GB) ant.

(3) STORYTELLER (4CD Warner Bros. 1990 GB) ant. con inediti

(4) DOWNTOWN TRAIN (Warner Bros. 1990 GB) ant.

(5) VAGABOND HEART (Warner Bros. 1991 GB)

(6) LEAD VOCALIST (Warner Bros. 1993 GB) ant. con inediti

(7) UNPLUGGED AND... SEATED (Warner Bros. 1993 GB) live

(8) A SPANNER IN THE WORKS (Warner Bros. 1995 GB)

(9) IF WE FALL IN LOVE TONIGHT (Warner Bros. 1996 GB) ant. con inediti

 

RIFERIMENTI A ROD STEWART:

(10) ARTISTI VARI / Two ROOMS-CELEBRATING THE SONGS OF ELTON JOHN & BERNIE TAUPIN (Mercury 1991 GB)

(11) ARTISTI VARI / TAPESTRY-A TRIBUTE TO CAROLE KING (Atlantic/Lava 1995 USA)

 

Nota: (4) è un estratto dall’antologia (3). In (10) Your Song. In (11) So Far Away.

 

Rod Stewart, Rod Stewart album, Rod Stewart video, Rod Stewart musica, Rod Stewart band, Rod Stewart cd, Rod Stewart discografia, Rod Stewart canzoni, Rod Stewart gruppo, Rod Stewart dischi, Rod Stewart rock, Rod Stewart live, Rod Stewart foto

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...