UNCLE TUPELO

UNCLE TUPELO FOTO

UNCLE TUPELO

Provenienti da Belleville, Illinois, gli Uncle Tupelo sono la band che ha dato il via a tutto il movimento alternative country e in generale sono fra i più importanti esponenti di quel filone denominato roots music. Gli Uncle Tupelo sono capaci di unire musica rurale, con citazioni che vanno dalla Carter Family a Woody Guthrie fino a Leadbelly, e fermenti post-punk, Sonic Youth e Husker Du su tutti, il gruppo, seppur con poco successo commerciale, è stato capace di imporre uno stile decisamente originale. L’album NO DEPRESSION (1) è un debutto di tutto rispetto per gli gli Uncle Tupelo, che chiarisce subito le intenzioni della band: infatti a brani originali quali la potente Graveyard Train e la ballata Whiskey Bottle, si alternano cover di valore storico come quelle della Carter Family (No Depression) e di Leadbelly (John Hardy). L'album STILL FEEL GONE (2) prosegue il discorso, esponendolo al meglio: tutto composto di canzoni originali e con qualche ospite (fra cui Gary Louris dei Jayhawks), il disco regala alcune delle pagine migliori del repertorio degli Uncle Tupelo quali Gun, con il modello Husker Hu ben in mente, D. Boon, dedicata allo scomparso leader dei Minutemen, e soprattutto Looking For A Way Out, memorabile ballata elettrica.  

L’album MARCH 16-20, 1992 (3) sancisce la bontà della proposta musicale degli Uncle Tupelo: registrato in appena quattro giorni, come sottolinea il titolo, sotto la produzione di Peter Buck dei R.E.M. negli studi di John Keane ad Athens, Georgia, presenta la band in totale versione acustica. Suddiviso fra traditional (Moonshiner, I Wish My Baby Was Born...) e nuovi brani (Grindstone e lo strumentale Sundusky, sono forse i migliori), l'album MARCH 16-20, 1992 (3) è un affresco folk di particolare rilevanza, che trova nella ‘svogliatezza’ il miglior modo per esprimersi. Dopo un avvicendamento nella line-up, gli Uncle Tupelo si trasferiscono ad Austin, Texas per registrare il loro atto conclusivo, il disco ANODYNE (4), che fra l’altro segna il passaggio a una major. Più elaborato dei precedenti lavori, l'album ANODYNE (4) è forse meno progressive degli Uncle Tupelo nello stile, ma è comunque un degno addio, soprattutto a fronte di brani dal notevole songwriting quali Fifteen Keyes, The Long Cut e New Madrid, fino alla cover di Doug Sham (presente in session), Give Back The Key To My Heart. A quel punto, i disaccordi fra Jeff Tweedy e Jay Farrar diventano insanabili: difatti poco dopo i due dividono le proprie strade, a favore di progetti autonomi, rispettivamente i Wilco e i Son Volt (vedi schede).

 

DISCOGRAFIA DI UNCLE TUPELO:

(1) NO DEPRESSION (Rockville 1990 USA)

(2) STILL FEEL GONE (Rockville 1991 USA)

(3) MARCH 16-20, 1992 (Rockville 1992 USA)

(4) ANODYNE (Sire/Reprise 1993 USA)

 

RIFERIMENTI A UNCLE TUPELO:

(5) ARTISTI VARI / CONMEMORATIVO-A TRIBUTE TO GRAM PARSON (Cyclope 1993 ITA)

(6) Artisti Vari / No Alternative (Arista 1993 USA)

 

Nota: in (5) Blue Eyes. In (6) una cover dei Creedence Clearwater Revival, Effigy.

 

FORMAZIONE DI UNCLE TUPELO:

Jay Farrar: v, ch, man / Jeff Tweedy: v, ch, bs / Mike Heidom: bt (1-3) / Ken Coomer: bt (4).

 

Uncle Tupelo, Uncle Tupelo album, Uncle Tupelo video, Uncle Tupelo musica, Uncle Tupelo band, Uncle Tupelo cd, Uncle Tupelo discografia, Uncle Tupelo canzoni, Uncle Tupelo gruppo, Uncle Tupelo dischi, Uncle Tupelo rock, Uncle Tupelo live, Uncle Tupelo foto

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...