VELVET UNDERGROUND

VELVET UNDERGROUND FOTO

VELVET UNDERGROUND

La morte del loro primo e unico mecenate, Andy Warhol, sembra essere la scintilla principale che scatena l’inatteso ritorno dei Velvet Underground originali. Infatti la reunion è riconducibile al progetto che John Cale (n. 1940, GB) e Lou Reed (n. 1942, USA) dedicano a Andy Warhol, il pluridecorato album SONGS FOR DRELLA (1990). E sempre in onore di Andy Warhol i due rompono gli indugi e si uniscono a Moe Tucker (n. 1945, USA) e a Sterling Morrison (n. 1943, USA): il 15 giugno 1990 i Velvet Underground suonano una versione di Heroin in onore del loro mentore durante una ricorrenza organizzata dalla fondazione Cartier nei pressi di Parigi, da sempre roccaforte del culto Velvet. Nel 1991 la reunion si ripete, questa volta in studio, grazie a un album della Tucker (I SPENT A WEEK THERE THE OTHER NIGHT, 1991). Questi i segnali della clamorosa rentrée, che viene ufficializzata con un vero e proprio tour nell’estate 1993, le cui date si svolgono solo in Europa e di cui alcune quali spalla degli U2. Il risultato viene immortalato sull'album LIVE MCMXCIII (4), resoconto di tre concerti all’Olympia di Parigi, dove si ha una vibrante proposta di tutti i classici del gruppo, con l’aggiunta dell’inedito Coyote (a firma Reed/Cale). Si ipotizza anche qualche progetto in studio per i Velvet Underground, ma a mandare tutto in fumo è Lou Reed, che non si risparmia nell’accentuare i contrasti con i vecchi compagni. L’ultimo momento di rilievo lo si ha con il progetto inerente i film di Warhol Eat e Kiss, le cui colonne sonore, poi uscite a nome di John Cale nel 1997, sono curate da tutti i Velvet Underground eccetto Reed. Il 30 agosto 1995 Sterling Morrison, a seguito di un fallito trapianto di midollo osseo, muore per linfoma. La seguente cerimonia della Rock And Roll Hall Of Fame, che vede i Velvet Underground fra i protagonisti della serata, registra un sentito omaggio al chitarrista scomparso da parte dei tre compagni superstiti.  

Oltre alla reunion, gli anni Novanta vedono un’ingente pubblicazione di materiale inedito di notevole importanza dei Velvet Underground. Su tutti il box album PEEL SLOWLY & SEE (7), che raccoglie i primi quattro dischi degli anni Sessanta, arricchiti da un grande numero di inediti. Degno di menzione anche l'album LOADED-FULLY LOADED EDITION (8), che affianca l’album originale del 1970 a vari demo e alternate take.

 

DISCOGRAFIA DI VELVET UNDERGROUND:

(1) The Best OF Velvet Underground: Words & Music OF Lou Reed (Verve 1989 USA) ant.

(2) THE VELVET UNDERGROUND (5CD Polydor 1990 FRA) ant. con inediti

(3) COLLECTION (Polydor 1990 USA) ant.

(4) LIVE MCMXCIII (2CD SireAVamer Bros. 1993 USA)

(5) LIVE MCMXCIII (SireAVamer Bros. 1993 USA)

(6) WHAT GOES ON? (3CD Raven 1993 AUS) ant. con inediti

(7) PEEL SLOWLY & SEE (5CD Polydor 1996 USA) ant. con inediti

(8) LOADED-FULLY LOADED EDITION (2CD Atlantic 1997 USA)

 

Nota: (5) contiene le medesime registrazioni presenti nel più esteso (4).

 

FORMAZIONE DI VELVET UNDERGROUND:

Lou Reed: v, ch / John Cale: v, bs, vio, tast / Sterling Morrison: ch, bs, v / Moe

 

Velvet Underground, Velvet Underground album, Velvet Underground video, Velvet Underground musica, Velvet Underground band, Velvet Underground cd, Velvet Underground discografia, Velvet Underground canzoni, Velvet Underground gruppo, Velvet Underground dischi, Velvet Underground rock, Velvet Underground live, Velvet Underground foto

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...