ROGER WATERS

ROGER WATERS FOTO

ROGER WATERS

Mentre i Pink Floyd conoscono una seconda giovinezza artistica e un rinnovato successo commerciale, la carriera dell’ex leader Roger Waters subisce un’improvvisa impennata di popolarità dopo i deludenti risultati dell’album THE PROS AND CONS Of HITCH-HIKING (1984) e RADIO KAOS (1987). Per celebrare la caduta del Muro di Berlino (ma non, come dice Roger Waters, “la vittoria del capitalismo sul socialismo ”), il 21 luglio 1990 viene messo in scena un intero concerto basato sull’album THE WALL (1979). Ad accompagnare Waters, c’è un nutrito cast di ospiti che comprende Van Morrison, la Band, Joni Mitchell, Jerry Hall, gli Scorpions, Bryan Adams, Sinéad O’Connor, Ute Lemper e Cyndi Lauper. Lo spettacolo, che si tiene nella Potsdamer Platz di Berlino, è un successo televisivo strepitoso, grazie anche alla magniloquenza visiva (sul palco viene costruito, e poi distrutto, un muro formato da duemilacinquecento mattoni, alto trenta metri e lungo centoventi) e a un notevole dispiegamento di mezzi tecnologici che fanno lievitare i costi della rappresentazione fino a otto milioni di dollari. L'album THE WALL-LIVE IN BERLIN (1), corredato dall’omonima videocassetta, documenta il concerto, ma funziona anche come disco-tributo alla poetica di Roger Waters e come raccolta di fondi per il Memorial Fund For Disaster Relief, fondato dal reduce di guerra Leonard Cheshire.

Questa sorta di ritorno al rock dopo la sbandata ‘tecnologica’ dell’album RADIO KAOS, porta alla pubblicazione due anni dopo dell'album AMUSED TO DEATH (2), nuovo concept album in cui Roger Waters affronta alcuni temi a lui cari: la negatività del capitalismo selvaggio, l’autodistruzione della razza umana, il potere della televisione, la guerra. Scritto nell’arco di quattro anni, il disco si avvale dell’apporto di alcuni importanti session men, tra cui Jeff Beck, che regala a molti brani spettacolari assoli di chitarra. Lanciato dal singolo What God Wants, nato come reazione alla Guerra del Golfo, l'album AMUSED TO DEATH (2) si rifà al modello dell’album THE FINAL CUT (1983), ultimo disco di Roger Waters quale membro dei Pink Floyd. Poi segue un lungo silenzio discografico da parte di Roger Waters.  

 

DISCOGRAFIA DI ROGER WATERS:

(1) THE WALL-LIVE IN BERLIN (2CD Mercury 1990 GB) live

(2) AMUSED To DEATH (Columbia 1992 GB)

 

Roger Waters, Roger Waters album, Roger Waters video, Roger Waters musica, Roger Waters band, Roger Waters cd, Roger Waters discografia, Roger Waters canzoni, Roger Waters gruppo, Roger Waters dischi, Roger Waters rock, Roger Waters live, Roger Waters foto

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...