WILDHEARTS

WILDHEARTS FOTO

WILDHEARTS

Nati sul finire degli anni Ottanta nel nord-est dell’Inghilterra (South Shields), i Wildhearts esordiscono con un interessante EP (MONDO-AKIMBO-A-Go-Go) nel 1992, caratterizzato da un rock grintoso, a cui ben s’intersecano le liriche corrosive del cantante Ginger, in molti casi rivolte contro le case discografiche. Con l’aggiunta di quattro brani nuovi le canzoni dell’EP vengono riregistrate con la produzione di Terry Date (Pantera e Soundgarden) nell'album DON’T BE HAPPY... JUST WORRY (1). I Wildhearts confermano la loro fama di piantagrane creando problemi a chiunque, compreso Izzy Stradlin (ex Guns n’ Roses) che li aveva portati in tour con sé. Il 1993 vede comunque l’uscita dell'album EARTH VS THE WILDHEARTS (2), che viene ripubblicato nel 1994 con l’aggiunta di Caffeine Bomb uscita come singolo. Il brano entra nella Top 30 inglese con l’aiuto di una rovinosa apparizione al programma televisivo Top of the Pops. Intanto si verificano numerosi cambiamentiin formazione dei Wildhearts, mentre il bassista Danny McCormack si trova ad affrontare problemi di dipendenza dall’eroina. L’apparizione dei Wildhearts al festival di Reading del ’94 crea problemi legali agli organizzatori: il gruppo si esibisce infatti a un volume superiore a quello consentito. L'album FISHING FOR LUCKIES (3) viene pubblicato inizialmente solo per gli aderenti al fan club, ma nel ’96 viene ristampato per il mercato normale. Le influenze musicali dei Wildhearts sembrano aprirsi a svariati generi, come il pezzo alla Pogues Geordie In Wonderland o il metal progressive di Sky Babies. Dopo un articolo pubblicato sulla rivista Kerrang! in cui si annunciava il licenziamento da parte della band di McCormack, il gruppo intero si presenta negli uffici della rivista distruggendo il computer del giornalista autore dell’articolo. Il nuovo chitarrista Mark Keds (subentrato a Devin Townsend), colpevole di non essersi presentato al concerto di Wildhearts al festival di Phoenix viene minacciato di morte, episodio che lo fa decidere di lasciare la band. L'album P.H.U.Q. (4), uscito nel 1995, include il più grosso successo commercial dei Wildhearts, il singolo I Wanna Go Where The People Go, e presenta un sound più maturo e definito che nei precedenti lavori. L’anno dopo dichiarano sciolto il loro contratto discografico. Quando la loro casa discografica annuncia l’uscita dell'album FISHING FOR LUCKIES (5), Ginger avverte i fan di non comprarlo e minaccia i discografici in caso di pubblicazione. Il disco uscirà più tardi per la loro nuova etichetta con otto brani nuovi rispetto alla prima prevista edizione.

 

DISCOGRAFIA DI WILDHEARTS:

(1) DON’T BE HAPPY... JUST WORRY (EastWest 1992 GB) mini-LP

(2) EARTH VS THE WILDHEARTS (EastWest 1993 GB)

(3) FISHING FOR LUCKIES (EastWest 1994 GB)

(4) P.H.U.Q. (EastWest 1995 GB)

(5) FISHING FOR LUCKIES (Round Records/Warner 1996 GB)

 

FORMAZIONE DI WILDHEARTS:

Ginger: v, eh / CJ (Chris Jadghar): ch / Danny McCormack: bs / Stidi: bt (1-2) / Ritch Battersby: bt (3-(5).

 

Wildhearts, Wildhearts album, Wildhearts video, Wildhearts musica, Wildhearts band, Wildhearts cd, Wildhearts discografia, Wildhearts canzoni, Wildhearts gruppo, Wildhearts dischi, Wildhearts rock, Wildhearts live, Wildhearts foto

I PIU' LETTI

More Articles

 BRYAN ADAMS II grande successo che Bryan Adams (nato nel 1959, CAN) si e` costruito durante gli anni Ottanta, risulta ancora piu` eclatante all`alba...

‘WEIRD AL’ YANKOVIC Alfred Matthew Yankovic (n. 1959, USA) diventa ‘Weird Al’ nel 1979, quando accompagnandosi alla fisarmonica propone la parodia del...

10,000 MANIACS / NATALIE MERCHANT Le ultime pubblicazioni dei 10,000 Maniacs prima dello scioglimento ufficiale, datato 1993, sono all’insegna della...